ULTIM'ORA
This content is not available in your region

USA, tutte le sfide della "coppia" Biden-Harris. Trump sempre più isolato

euronews_icons_loading
USA, tutte le sfide della "coppia" Biden-Harris. Trump sempre più isolato
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria di Joe Biden fa esultare milioni di americani, ma a suscitare le reazioni più forti è la sconfitta di Donald Trump. Il presidente uscente stava giocando a golf quando è stata data la notizia. Una foto lo immortale con una mazza da golf in mano e scuro in volto. Un insuccesso non accettato da una parte e l’inizio di una nuova sfida per il neo presidente democratico dall’altra. Una sfida che inizia dall’emergenza numero uno: la pandemia.

Le grandi sfide della "coppia" Biden-Harris

"Il nostro lavoro inizia dalla lotta al Covid-19", ha sottolineato il neo eletto Presidente."Lunedì nominerò un gruppo di lavoro composto da autorevoli scienziati ed esperti che saranno i consulenti del piano Biden-Harris. Dovranno convertirlo in un vero e proprio progetto che prenderà il via il prossimo 20 gennaio."

Per Joe Biden e la sua vice Kamala Harris il lavoro inizia ora e inizia da questi cavalli di battaglia che hanno infiammato gli animi degli elettori e di quell’America che è scesa in piazza con il movimento Black Lives Matter. Risanamento dell’economia, lotta ai cambiamenti climatici, al coronavirus ma anche al razzismo nella giustizia e nella società.

"Il nostro lavoro inizia dalla lotta al Covid-19. Sarò un presidente che unisce e non un presidente che divide. Torniamo ad ascoltarci, siamo tutti americani."
Joe Biden
Presidente eletto USA

Trump sempre più isolato

Ma non tutti si fidano di Biden. E i sostenitori del tycoon manifestano a sostegno del presidente uscente Trump che parla alla nazione solo via Twitter. “Queste sono elezioni rubate, cinguetta Trump. Abbiamo una tradizione di problemi elettorali in questo Paese. Il migliore sondaggista britannico ha scritto che chiaramente è impossibile immaginare che Biden abbia superato addirittura Obama in alcuni stati.”

Trump ancora non riconosce la vittoria di Biden ma fa sapere che chiederà il riconteggio dei voti in alcuni Stati dove il margine tra i due è molto basso: Arizona, Georgia, Michigan, ma anche Nevada, Pennsylvania e Wisconsin. E poi promette che la battaglia finale del voto finirà alla Corte Suprema.

Caparbio ma sempre più isolato. Con il passare delle ore Trump è sempre più solo. Ora anche i suoi fedelissimi gli chiedono di arrendersi. Dal pressing della First Lady, ai messaggi del genero-consigliere Kushner, marito di Ivanka.

Se per le strade il tycoon può ancora contare sulla folla che lo ha votato, alla Casa Bianca e all’interno della sua amministrazione il gruppo di consiglieri che preme perché Trump chiami Biden e riconosca la vittoria è sempre più numeroso. Intanto c’è chi scommette che queste elezioni avranno ancora qualche colpo di scena.