ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La debole "onda blu" democratica non sconvolge il parlamento a stelle e strisce

euronews_icons_loading
La debole "onda blu" democratica non sconvolge il parlamento a stelle e strisce
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Fra i dettagli - non irrilevanti - delle epocali elezioni statunitensi anno 2020 c'è l'affermazione della senatrice Susan Collins, unica repubblicana del collegio del Maine. Fra i suoi meriti il sostegno a un programma di prestito federale per aiutare migliaia di piccole imprese in tutto il paese nel quadro della legge di finanziamento per oltre 2,2 trilioni $ (di dollari) emanata in primavera.

Collins si aggiudica il quinto mandato in un consolidato feudo democratico. La sua vittoria servirà a tenere testa alla sinistra nella camera alta visto che (al momento) la distribuzione dei seggi risulta in parità fra i due schieramenti.

Alla Camera dei Rappresentanti

Intanto la modesta 'onda blu' che fatica a spalancare le porte della Casa Bianca a Joe Biden ha deluso i democratici e la stessa maggioranza che avevano in Parlamento appare indebolita. Per la popolare Speaker della Camera Nancy Pelosi, stretta fra il pressing dell'ala più di sinistra del partito, che la vorrebbe veder fare un passo indietro, e il mancato successone democratico potrebbero essere duri i prossimi mesi.

Pelosi che immaginava un trionfo immediato della sua compagine sperava in un parlamento rinnovato che schiudesse la possibilità di realizzare progressi straordinari sulle priorità del partito, la riduzione dei costi dell'assistenza sanitaria per i cittadini, la distribuzione di posti di lavoro attraverso nuove infrastrutture e non solo. Si annunciano invece tempi con una probabile capacità di manovra a scartamento ridotto mentre Trump ingaggia la battaglia legale per sbarrare fino all'ultimo il passo verso la Casa Bianca a Joe Biden.