ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Thailandia di nuovo in piazza contro il potere

euronews_icons_loading
Le proteste di sabato nella capitale thailandese
Le proteste di sabato nella capitale thailandese   -   Diritti d'autore  AP Photo/Gemunu Amarasinghe
Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di persone hanno partecipato sabato alla manifestazione pro democrazia a Bangkok, in Thailandia, sfidando il decreto d'emergenza che vietava i raduni. E' il quarto giorno consecutivo in piazza per i thailandesi. I manifestanti chiedono la caduta del governo del generale Prayuth Chan-ocha e una drastica riduzione dei poteri monarchici.

La repressione da parte della polizia venerdì sera - che ha disperso centinaia di dimostranti disarmati con potenti getti d'acqua misti a vernice blu e sostanze lacrimogene - non ha placato gli animi di chi protesta. "In sostanza vogliamo solo che Prayuth se ne vada e indica un'elezione, un'elezione davvero giusta", dice una dimostrante. "Inoltre, come avete potuto vedere venerdì sera le cose si sono messe davvero male e noi vorremmo mostrare loro che il potere è del popolo, non loro. Non possono opprimerci usando la forza".

Il movimento pro democrazia sta lanciando una sfida senza precedenti alla potente monarchia del regno. I manifestanti chiedono alla famiglia reale di stare fuori dalla politica e chiedono inoltre l'abrogazione della legge sulla diffamazione, che protegge i monarchi dalle critiche.