ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bagno di folla per Trump che si fa un giretto in automobile

euronews_icons_loading
Bagno di folla per Trump che si fa un giretto in automobile
Diritti d'autore  AP Photo/Anthony Peltier
Dimensioni di testo Aa Aa

La sortita in automobile del presidente Trump, nelle vicinanze del Walter Reed National Military Medical Center, dove è ricoverato da venerdì sera, ha sollevato nuove domande sullo stile presidenziale di affrontare la malattia e l'applicazione delle regole della quarantena anche per coloro che lo devono assistere.

Un video rassicurante

Come anticipazione della passeggiatina Trump ha postato un video nel quale dimostra di aver preso familiarità con la malattia che sembra non essere particolarmente virulenta su di lui. Almeno all'apparenza.

"Ho imparato molto sul Covid, l'ho imparato andando davvero a scuola - ha detto il Trump paziente - Questa è la vera scuola. Questa non è la scuola dei libri, e capisco che sia una cosa molto interessante."

I rapporti medici sul presidente

Domenica lo stuolo di medici che si occupa di Trump ha manifestato i progressi costanti del paziente. Lo ha detto il portavoce Brian Garibaldi del John Hopkins Hospital: "Oggi si sente bene, è stato in piedi, in giro. Il programma è quello di farlo mangiare e bere e di farlo stare alzato il pi​​ù possibile dal letto, per sgranchirsi. E se continua così, come oggi, la nostra speranza è pianificare il congedo già domani per farlo rientrare alla Casa Bianca, dove potrà continuare le terapie".

Qualche dato sulla terapia

I medici hanno rivelato di avergli somministrato un trattamento con steroidi consigliato per i malati di covid-19 ma hanno ancora eluso le domande sulle crisi respiratorie di Trump che lo hanno condotto in ospedale, domande a cui non rispondono dal momento dell'ospedalizzazione presidenziale.

Il bagno di folla

Intanto i sostenitori del presidente restano vigili e fuori dell'ospedale si son viste molte bandiere sventolate in suo onore. Ampio segno di una campagna elettorale che continua anche se ha assunto toni diversi dal solito. Ai suoi principali sostituti come i figli di Trump e il vicepresidente Mike Pence viene intanto chiesto di farsi parte dirigente nel far avanzare la campagna che ha sempre l'obiettivo di confermare il presidente alla Casa Bianca.