ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Esplosioni di Beirut: cos'è il nitrato d'ammonio e perché è usato nella fabbricazione di bombe

Nitrato di ammonio
Nitrato di ammonio   -   Diritti d'autore  Flickr/Michael Spiller
Dimensioni di testo Aa Aa

Usato nella fabbricazione di esplosivi per le deflagrazioni controllate nell'edilizia ma anche per ordigni usati negli attentati, il nitrato d'ammonio è la sostanza chimica di cui tutto il mondo parla dopo le esplosioni nella zona portuale di Beirut, in Libano.

La causa, stando alle autorità libanesi, è la deflagrazione di oltre 2.700 tonnellate di nitrato di ammonio stoccate in un magazzino del porto. Erano lì dal 2014, dopo essere state sequestrate su una nave cargo.

Composto da sale dell'ammoniaca e acido citrico (formula chimica NH4NO3), il nitrato d'ammonio è poco costoso e viene usato principalmente come fertilizzante azotato nel settore agricolo.

Si tratta di una sostanza naturale con elevata solubilità in acqua, altamente esotermico, più cara di altri simili fertilizzanti azotati ma comunque preferita nel settore.

È anche un elemento chiave nella produzione di ANFO, miscele esplosive per usi civili utilizzate nelle cave e nelle miniere a causa della bassa sensibilità e del bassissimo costo. Oltre l'80% delle esplosioni controllate legate all'edilizia, o nel settore minerario negli Stati Uniti, vengono effettuati utilizzando proprio l'ANFO. La sua fiamma ha un caratteristico colore giallo.

La più grande miniera di nitrato di ammonio si trova nel deserto di Atacama in Cile.

Il nitrato di ammonio è infiammabile per decomposizione. Se si accumulano grandi quantità di nitrato di ammonio, il fuoco può propagarsi senza la necessità di uno stimolo esterno.

Quando scoppia un incendio, il nitrato di ammonio rilascia ossigeno a causa di reazioni chimiche. Man mano che la sostanza chimica si riscalda, il gas caldo viene rilasciato nell'aria. Se lo spazio è chiuso, i gas si accumulano rendendo ancora più devatante un'eventuale deflagrazione.

L’incidente più tristemente noto è quello che si è verificato il 17 aprile del 2013 alla West Fertilizer, un’industria di fertilizzanti del Texas: provocò 14 vittime e oltre 200 feriti.

I fertilizzanti chimici sono usati per fabbricare bombe rudimentali ma molto efficaci, a causa del loro basso costo e dell'elevata disponibilità nel mercato.

Il nitrato di ammonio, usato anche nella preparazione di fuochi d'artificio, venne usato nell'attentato di Oklahoma City del 1995, quando un camion bomba contenente 2.180 chilogrammi di fertilizzante e olio combustibile ha sfondato un edificio federale, uccidendo 168 persone e ferendone altre centinaia. Responsabili furono suprematisti bianchi statunitensi.

Un anno dopo, scrive Sky Tg24, nella City della capitale britannica, un’altra bomba causò la morte di un uomo e 40 feriti. Nel 1996 l’Ira fece esplodere una bomba sotto la stazione di South Quay a Londra: morirono due uomini. Nello stesso anno fu colpito il centro di Manchester, con una bomba che ferì oltre 200 persone. Fu la più grande bomba ad esplodere in Gran Bretagna dopo la fine della seconda guerra mondiale.