Amazon, Apple, Google e Facebook si difendono di fronte all’Antitrust

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Mandel Ngan/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I capi dei quattro colossi sono comparsi insieme per la prima volta in videoconferenza, per rispondere alle accuse di pratiche anticompetitive

PUBBLICITÀ

Gli Amministratori delegati di Amazon, Apple, Alphabet-Google e Facebook sono comparsi insieme per la prima volta in videoconferenza davanti all'Antitrust statunitense, per rispondere alle accuse di pratiche anticompetitive.

Jeff Bezos, Mark Zuckerberg, Tim Cook e Sundar Pichai hanno difeso le loro aziende davanti al Congresso.

"Molte delle pratiche utilizzate da queste aziende hanno effetti economici dannosi - dice David Cicilline, Presidente della Commissione - scoraggiano l'imprenditorialità, distruggono i posti di lavoro, aumentano i costi e degradano la qualità: in poche parole, hanno troppo potere".

L’audizione alla Camera giunge a coronamento di una lunga indagine, nell'arco della quale sono stati consegnati al Parlamento circa 1,3 milioni di documenti.

Amazon, Apple, Google e Facebook, che hanno un valore di mercato complessivo pari a circa 5.000 miliardi di dollari, sono tra i pochi colossi mondiali a non accusare la crisi da pandemia.

Intanto, Donald Trump twitta piccato: "Se il Congresso non riesce a portare correttezza e onestà nelle Big Tech, lo farò io con appositi decreti".

Mandel Ngan/AP
AP PhotoMandel Ngan/AP
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Musica online: l'UE accusa Apple di violare le norme Antitrust

La commissione Ue accusa Amazon: "Abusa dei dati di società terze"

Coronavirus, il paradosso Amazon: su il giro d'affari, giù i profitti