ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia, riforma costituzionale: non tutti stanno con Putin

euronews_icons_loading
Russia, riforma costituzionale: non tutti stanno con Putin
Diritti d'autore  Pavel Golovkin/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

"Scegli il tuo emendamento" è quanto c'è scritto sui cartelli che. i volontari, a urne ormai aperte da quasi una settimana, fanno ancora campagna, spiegano il senso del voto e i vari emendamenti.

E non è cosa di poco conto, andare a votare consapevolmente sta volta, visto che le modifiche alla Costituzione consentirebbero a Putin di rimanere in carica fino al 2036.

Sarà così fino all'ultimo giorno utile per il voto che è questo mercoledì. La decisione di spalmare le operazioni di voto su una settimana poggia sull'emergenza Covid.

"Invitiamo le persone a capire gli emendamenti - ci spiega una volontaria - La generazione più anziana è la più interessata. Quando diciamo che ci sarà un'indicizzazione annuale delle pensioni e che sarà scritto nero su bianco sulla Costituzione, allora dicono "oh sì, questa è una buona idea".

Irina e Yulia sono due insegnanti di Balachiha e voteranno perché gli emendamenti vengano adottati. Irina non problemi a dire come voterà: "Non è la prima volta che sostengo Putinsono soddisfatta di quello che ha fatto finora e e quindi continuerò a sostenerlo".

"Nel lockdown quando tutto era così difficile, le famiglie con bambini hanno ottenuto un sostegno finanziario"

Evgeni, è un pensionato per lui il referendum è un brutto scherzo: "Deve cambiare qualcosa al vertice, Putin governa da 20 anni e non ha portato a niente".

"Il presidente non è uno zar", è uno degli slogan dei fautori del "No". Che parlano di un colpo di stato costituzionale per consentire a Vladimir Putin di rimanere al Cremlino. Per Yulia Galamina la mossa è eveidente: "Raccoglie concensi per se stesso, in realtà crea un'autocrazia classica, una dittatura classica".

Semplice anche la tesi di Andrey Kolesnikov, Carnegie Mosca, che pensa che il voto sia organizzato per dimostrare che c'è una maggioranza che sostiene Putin anche se è diminuita ultimamente.

"Gli emendamenti gli permettono di scrivere nella costituzione un richiamo ai suoi valori conservatori, Dio, la Nazione il popolo russo. Penso che sia importante per la cerchia più intima del presidente perché si stabilisce la cornice ideologica del putinismo".

I volantini con l' emendamento che garantisce l'integrità territoriale della Russia ricoprono le vie della capitale russa: un'immagine della Crimea, fa bella mostra di sé.

La Crimea è diventata che è diventata uno dei simboli della politica di Vladimir Putin in Russia.