ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Regno Unito: manca la farina? Il vecchio mulino torna in attività

euronews_icons_loading
Regno Unito: manca la farina? Il vecchio mulino torna in attività
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

"Il numero esatto di giri dipende dall'altezza del fiume", dice Pete Loosmoore, azionando il sistema. Nel vecchio mulino nel sud ovest dell'Inghilterra, Loosmoore ha lavorato sino alla pensione. Non avrebbe mai immaginato che gli sarebbe stato chiesto di riavviare la produzione per soddisfare la domanda di farina durante l'epidemia.

"I negozi locali sono venuti da noi e ci hanno detto 'sì, per favore', ci piacerebbe un po' di farina - racconta Loosmoore - non c'era nessun altro nei dintorni che potesse garantire il rifornimento. "Suppongo di poter dire di essere orgoglioso. Non a livello personale, ma orgoglio di mantenere in vita il vecchio posto di lavoro".

Qui, l'acqua ha alimentato il mulino per 1000 anni, ma il meccanismo è stato pienamente operativo per l'ultima volta nel 1970. È diventato un museo, occasionalmente produceva farina per i turisti, ma ora è tornato in attività.

Luke Hanrahan, di Euronews, spiega: "Il settore della farina del Regno Unito è a pieno regime e produce 4 milioni di sacchi alla settimana, e c'è ancora carenza. Così, questo storico mulino sta tornando utile in questa parte di Dorcet quando è più necessario".

Imogen Bittner, l'assistente di Pete, ha dovuto imparare il lavoro: di solito volontaria al museo, adesso mugnaia: "Sono cresciuta qui, quindi conosco il mulino da sempre. Abito a 300 metri, lungo la strada. Per me è particolarmente bello essere di nuovo qui".

Il mulino di Sturminster Newton era in funzione durante la pandemia di influenza del 1918 ed è passato attraverso la peste. Questo pezzo di storia locale è stato riportato in vita. I suoi ingranaggi hanno macinato chicchi per una tonnellata di farina in due settimane. E sta aprendo la strada al ritorno in attività di altri mulini storici.