ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Silvia Romano, finalmente libera

Silvia Romano, finalmente libera
Diritti d'autore  Silvia Romano
Dimensioni di testo Aa Aa

E' libera. Silvia Romano la cooperante italiana sequestrata verso la fine del 2018 all'età di appena 23 anni in un villaggio kenyota ad opera di un gruppo armato che aveva aperto il fuoco sugli abitanti ferendo cinque persone.

La reazione del premier Conte

La località era Chakama, un villaggio a circa sessanta chilometri da Malindi, celebre centro vacanze. fra i turisti italiani.

L'operazione dell'Aise, diretta dal generale Luciano Carta, che portato alla liberazione di Silvia Romano è stata condotta con la collaborazione dei servizi turchi e somali ed è scattata la scorsa notte. La volontaria si trova ora in sicurezza nel compound delle forze internazionali a Mogadiscio.

Silvia Romano rientrerà in Italia questa domenica con un aereo dell'Aise che atterra a Ciampino alle 14.00. La volontaria, secondo quanto si apprende, "sta bene ed è in ottima forma fisica".

Silvia Romano si trovava in Kenya come cooperante con l'organizzazione Africa Milele che sostiene i bambini in questi paesi. La vicenda è stata sempre ammantata di un certo segreto. In Kenya i sequestri di stranieri sono abbastanza rari e quando questo succede ci sono conseguenze disastrose per il turismo. Per questo il governo fa di tutto per evitare che fatti del genere accadano.

Nel 2011 una serie di sequestri culminati con la morte di cittadino britannico e del sequestro della moglie in una stazione turistica avevano spinto a una risposta durissima del governo.

Sempre in Kenya dei membri di al Schebaab avevano rapito due cooperanti spagnoli da un campo rifugiati a Dabaab.

Nell'aprile 2019 due medici cubani era stati sequestrati nel nord est del paese e trasferiti in Somalia