ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia, Amazon sospende l'attività

euronews_icons_loading
Francia, Amazon sospende l'attività
Diritti d'autore  Michel Spingler/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Il colosso del commercio online Amazon ha deciso di sospendere la propria attività in Francia dopo che il Tribunale di Nanterre, accogliendo la tesi sostenuta dai sindacati, la aveva obbligata a valutare i rischi a cui sono esposti i lavoratori dei depositi e a ridurre le consegne ai soli generi di prima necessità.

La multinazionale, che ha sei centri in Francia, in cui lavorano 10mila persone, rischia forti penali per l'evasione di ogni ordine considerato non indispensabile.

"Nella sua comunicazione, Amazon mette sotto pressione i lavoratori, gli mette contro l'opinione pubblica dicendo: guardateli, non vogliono lavorare, non vogliono garantirvi il necessario in questo periodo di crisi... Noi in realtà non stiamo dicendo di interrompere tutti i tipi di spedizioni ma di limitarsi a ciò che è veramente essenziale", dice Stéphane Enjalran, portavoce del sindacato Solidaires.

La pronuncia del tribunale attesta che l'impresa non ha fatto tutto il possibile per proteggere il proprio personale. Un dipendente è in terapia intensiva, diversi altri sono risultati positivi e in tanti temono di essersi potuti contagiare. Da parte sua Amazon ha annunciato di farsi carico dei salari anche durante il periodo di blocco. "È normale ed è logico perché Amazon ha in gran parte i mezzi per farlo. Inoltre i lavoratori sono stati esposti per settimane ormai e per noi sarebbe scandaloso se Amazon non lo avesse fatto".

La chiusura dei centri di distribuzione potrebbe comportare ritardi nelle consegne, ma i clienti in Francia dovrebbero ricevere comunque i loro ordini per l'intervento di società terze tuttora operative.