ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19, Spagna: tornano a salire le vittime, 619 in 24 ore

euronews_icons_loading
A plane carrying medical equipment to cope with the coronavirus outbreak in the Valencian region
A plane carrying medical equipment to cope with the coronavirus outbreak in the Valencian region   -   Diritti d'autore  JUAN CARLOS CARDENAS/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Madrid notifica 619 vittime nelle ultime 24 ore in tutto il Paese, ieri i decessi erano stati 510, il numero più basso di morti in un giorno dallo scorso 23 marzo, numeri che avevano dato fiducia. Fino alle comunicazioni di oggi. In tutto le vittime in Spagna, dall'inizio dell'epidemia, sono 16.972.

Il numero di positivi sale a 166.019, 5.167 in più rispetto a sabato.

Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez, ha chiesto questa domenica, "Coordinazione, trasparenza e lealtà" nella lotta contro il coronavirus ai presidenti delle regioni.

Il governo ha decretato l'estensione di altri 14 giorni, fino al 25 aprile, dei controlli alle frontiere terrestri con Francia e Portogallo nel quadro delle misure di contenimento di Covid-19. I controlli non affettano, comunque, merci e personale diplomatico. Potranno essere rinnovati, è stato spiegato; gli unici che possono passare, ormai dal 17 marzo, sono i cittadini spagnoli che vogliono rientrare in patria.

Domani il ritorno al lavoro

Domani buona parte dei settori industriali e delle costruzioni sarà in grado di tornare al lavoro dopo la paralisi delle ultime due settimane seguita alla chiusura del 29 marzo. La riapertura avviene nonostante i dubbi dal comitato di esperti, che ritiene che sia ancora troppo presto. Comunque il governo distribuirà 10 milioni di mascherine, gratuitamente, sui mezzi pubblici.

Per questo ritorno al lavoro, l'esecutivo ha preparato una guida per lavoratori e aziende con raccomandazioni che cercano di ridurre al minimo il rischio di contagio: mantenere 2 metri di distanza nel posto di lavoro, lavare i vestiti a 60 gradi, non recarsi al lavoro se si hanno sintomi influenzali, privilegiare i trasporti privati, nei trasporti pubblici indossare una mascherina. Le aziende sono obbligate a scaglionare gli ingressi dei dipendenti e modificare i turni per evitare sovraffollamento nello spazio di lavoro. Proprio la ministra dell'industria Reyes Maroto, ha detto in un'intervista a El Pais che l'estate sarà ancora tempo di mantenere la distanza sociale "anche in spiaggia".