ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Erdogan a Putin: "Fatti più in là"

euronews_icons_loading
Erdogan a Putin: "Fatti più in là"
Diritti d'autore  AP   -   Ghaith Alsayed
Dimensioni di testo Aa Aa

"Non vogliamo la guerra, ma siamo pronti a usare la forza"

Incremento delle sue forze in Siria e pressing su Mosca e Unione Europea. Gioca sul doppio tavolo dell'offensiva militare e diplomatica la Turchia, dopo la perdita di trentatre suoi uomini, sotto i raid russo-siriani a Idlib. "Non vogliamo la guerra - la posizione di Ankara - ma se necessario non esiteremo a usare la forza. Damasco e i suoi sostenitori hanno deliberatamente attaccato le nostre truppe".

Photo AP/SELCUK SAMILOGLU
sehit uzman onbasi emin yildirimPhoto AP/SELCUK SAMILOGLUSELCUK SAMILOGLU

Erdogan a Putin: "Andatevene e lasciateci fare"

Il presidente Erdogan, che al pari di Putin continua a dirsi al lavoro per un abbassamento delle tensioni, ha però fatto sapere di aver ieri apertamente chiesto al suo omologo russo di andarsene dalla Siria e di lasciare libero il campo all'offensiva turca contro le truppe di Assad.

AP Photo/Ghaith AlsayedGhaith Alsayed

Condanna europea in Consiglio di sicurezza: "Non ci sarà soluzione militare in Siria"

Sotto pressione per l'apertura delle frontiere turche ai profughi siriani, l'Unione Europea non si spinge però al Consiglio di Sicurezza Onu oltre una condanna all'attacco alle truppe di Ankara. Sul fronte umanitario arriva intanto l'annuncio ONU dell'imminente invio di una missione di ricognizione a Idlib.

AP Photo/Ghaith AlsayedGhaith Alsayed