ULTIM'ORA

Greta Thunberg ha trovato un passaggio in barca per il suo ritorno in Europa

Greta Thunberg ha trovato un passaggio in barca per il suo ritorno in Europa
Diritti d'autore
Courtesy of Twitter @GretaThunberg/Social Media via REUTERS.
Dimensioni di testo Aa Aa

La giovane attivista svedese Greta Thunberg ha trovato un passaggio in barca per lasciare gli Stati Uniti e dirigersi verso la Spagna, dove parteciperà al meeting COP 25 delle Nazioni Unite a Madrid.

Mercoledì è salpata a bordo di un catamarano con l'obiettivo di essere nel nostro continente dopo un paio di settimane. Zaino in spalla e cappello in testa, si è imbarcata in compagnia del padre Svante sulla barca a vela _La Vagabonde, _di proprietà di una giovane coppia australiana con un bimbo di 11 mesi.

"Voglio ringraziare tutte le persone che ho incontrato in Nord America per la loro incredibile ospitalità", ha twittato prima di prendere il largo.

La coppia aveva proposto ai Thunberg di riportarli indietro in Europa dopo un appello pubblico lanciato da Greta il primo novembre scorso: è noto infatti che l'attivista non prende l'aereo per non inquinare. All'equipaggio si è aggiunto anche lo skipper britannico, Nikki Henderson.

La barca di 14 metri ha lasciato Hampton, in Virginia, sulla costa orientale degli Stati Uniti, con destinazione Portogallo, paese che dista più di 5.500 km. Per 11 settimane, la sedicenne Greta Thunberg ha diffuso in Nord America il messaggio ecologista e mobilitare i giovani alla partecipazione agli scioperi per il clima, lanciati in Svezia nell'agosto 2018.

Arrivata a New York a bordo di un veliero, Greta ha attraversato il continente a bordo di una Tesla elettrica fornita dall'ex attore e governatore californiano, Arnold Schwarzenegger. Durante il vertice Onu sul clima di settembre ha denunciato l'immobilismo dei leader mondiali nei confronti della crisi climatica. Ha partecipato a manifestazioni a New York a Vancouver, Washington, Montreal, Alberta, Iowa, North Dakota, Los Angeles e Charlotte.

"Da un lato, molto è cambiato nella giusta direzione; ma sono passati diversi mesi senza che le persone si rendessero conto dell'urgenza", ha detto Greta ad AFP prima della sua partenza, dicendosi non certo più ottimista rispetto a qualche mese fa. Quanto a Donald Trump, il suo negazionismo - ha aggiunto la svedese - potrebbe paradossalmente aver stimolato ancor più la partecipazione alle manifestazioni. "Dice cose così estreme che le persone hanno avuto un certo tipo di risveglio".

Una barca vegana

Greta avrebbe dovuto recarsi a Santiago del Cile per la conferenza COP 25 prima che il governo locale l'annullasse a causa delle proteste e della crisi politica in cui versa il paese. "Credo che dopo tornerò a casa", ha chiosato.

Per il 2020, "non ho ancora un progetto". Si è presa un anno sabbatico dalla scuola ma ad agosto dovrà tornare sui banchi.

"Se verrò invitata, cercherò di andare in posti in cui non sono mai stata prima. Prima di tutto in Asia, e poi certamente alle riunioni dei leader mondiali".

La coppia ospitante, Riley Whitelum, 35 anni, ed Elayna Carausu, 26 anni, vive su una barca assieme al figlio Lenny da cinque anni. Si mantengono con il crowdfunding e raccontano la storia della loro vita su YouTube e Instagram.

Hanno intenzione di filmare e montare un video del loro viaggio una volta giunti a destinazione. Nel frattempo, pubblicheranno alcune foto su Twitter o Instagram.

La Vagabonde ha pannelli solari e un generatore idroelettrico, ma è anche dotata di motore per entrare e uscire dai porti. "Cerchiamo di non usarlo, però: è l'obiettivo di ogni marinaio nel mondo", ha affermato Riley. "Non c'è niente di più soddisfacente che usare il vento per raggiungere la tua prossima destinazione", gli ha fatto eco Elayna.

Di solito, la coppia mangia pesce a bordo, ma vista l'ospite di eccezione ha cambiato le proprie abitudini. "Abbiamo deciso di avere una barca vegana per Greta".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.