ULTIM'ORA

Brexit ultime ore: ottimismo ma nessuna svolta

Brexit ultime ore: ottimismo ma nessuna svolta
Diritti d'autore
REUTERS/Francois Lenoir
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Ultimo giorno utile per trovare un accordo tra Londra e Bruxelles da sottoporre al consiglio europeo domani.

Trapela ottimismo ma la vera svolta non c'è. In ore concitate di trattative, spunta anche la possibilità di un consiglio europeo straordinario prima del 31 ottobre in caso non si trovi la quadra in queste ultime ore. Importantissimo il ruolo del negoziatore UE Barnier: "Se l'accordo non può essere concluso oggi o domani prima del vertice, i leader dovranno decidere quale tipo di mandato vogliono affidare a Michel Barnier e ovviamente la parte britannica dovrà rispondere, dire come procedere", ha detto Simon Coveney, vice primo ministro irlandese.

Il nodo del DUP

La possibilità di un accordo che superi il problema del ritorno della frontiera in Irlanda è legata all'apertura del primo ministro britannico Boris Johnson a controlli in mare, una specie di frontiera marina. Ma il partito unionista, fondamentale perché il nuovo piano passi in parlamento a Londra, non è entusiasta. Arlene Foster, leader del DUP, ricorda che un principio chiave, per il suo partito, è che l'Irlanda del Nord sia sempre e integralmente nel Regno Unito. Secondo il FT trattative tra il DUP e il primo ministro britannico sono andate avanti per ore e ore nella notte e, secondo fonti ufficiose, il DUP avrebbe chiesto miliardi per la regione in cambio del sì all'intesa.

Nonostante anche i contatti di stanotte siano stati considerati produttivi, la possibilità di un posticipo di Brexit è ancora un'ipotesi sul tavolo a Bruxelles, ma Johnson non ne vuole sapere.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.