Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Impeachment, Trump contro i Democratici: "Vergognoso"

Impeachment, Trump contro i Democratici: "Vergognoso"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Cartelli con la scritta: “Dimettiti”. Così in diverse città americane c’è chi è sceso in strada dopo che i democratici hanno fatto sapere di augurarsi di poter votare alla Camera l'impeachment del presidente americano Donald Trump, sul caso "Ucrainagate", per la fine di novembre.

Una provocazione, ribatte il leader della Casa Bianca su Twitter. "Quello che sta succedendo è la più grande truffa nella storia della politica americana, scrive. I Dem vogliono togliervi le armi. Vogliono togliere l’assistenza sanitaria e il voto. Vogliono togliervi la libertà. I giudici. Vogliono portarvi via tutto. Noi non possiamo permettere che questo accada.”

Ma per Nancy Pelosi, Speaker della Camera e dirigente dei democratici, Donald Trump ha tradito il Paese, "ignorato e violato" la Costituzione e, a dirlo sono i fatti. Secondo Pelosi, la Casa Bianca ha "nascosto informazioni di natura politica", sottolineando che i legali ordinarono di nascondere la conversazione in un registro elettronico a parte.

Decisiva la denuncia della talpa che, come ha sottolineato la Pelosi, avrebbe confermato la telefonata fra Trump e il leader ucraino Volodymyr Zelensky, in cui il tycoon chiese all'omologo ucraino di indagare sul rivale democratico Joe Biden, chiedendo un'indagine per corruzione anche sul figlio Hunter.

Intanto sarebbe la prima volta nella storia statunitense che la battaglia sull'impeachment riguarderebbe i legami di un presidente con un Paese straniero. Quella telefonata tra Trump e Zelensky fa tremare anche il capo dello staff della Casa Bianca.