Ucrainagate, l'ex ambasciatrice USA a Kiev attacca Trump e Rudy Giuliani

Ucrainagate, l'ex ambasciatrice USA a Kiev attacca Trump e Rudy Giuliani
Diritti d'autore REUTERS/Jonathan Ernst
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'ex ambasciatrice americana in Ucraina, Marie Yovanovitch, ha testimoniato venerdi' a porte chiuse davanti a tre commissioni del Congresso che stanno conducendo le indagini sull'impeachment del presidente Trump.

PUBBLICITÀ

L'ex ambasciatrice americana in Ucraina, Marie Yovanovitch, ha testimoniato venerdi' a porte chiuse davanti a tre commissioni del Congresso che stanno conducendo le indagini sull'impeachment del presidente Trump.

La diplomatica sarebbe stata sollevata dal proprio incarico lo scorso mese di maggio su pressioni di Rudolph Giuliani, avvocato personale del presidente.

La Yovanovitch non avrebbe infatti appoggiato le richieste della Casa Bianca al governo ucraino di riaprire le indagini per corruzione contro Joe Biden e il figlio Hunter.

"Io non l'ho chiesto" ha affermato Trump a proposito delle indagini sul figlio dell'ex vice-presidente democratico. "Ma forse in molti dovrebbero chiederlo. Hunter Biden ha intascato un miliardo e mezzo di dollari in Cina. 168 mila dollari al mese in Ucraina per un totale probabilmente di 3 milioni. L'ho chiesto io ? No. Ma non riesco a immagine che nessuno chieda di indagare".

Lo scontro politico si era già aggravato con l'arresto di due soci d'affari di Giuliani che avrebbero finanziato illegalmente la campagna elettorale di Trump.

Uno dei due uomini ha legami anche con l'oligarca ucraino Dmytro Firtash, impegnato in una guerra legale per evitare l'estradizione negli USA dove è accusato di corruzione e di essere collegato alla criminalità russa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucrainagate, a Trump non basta Zelensky ora allarga anche al Presidente Xi

Impeachment, Trump contro i Democratici: "Vergognoso"

New York, avvertito terremoto magnitudo 4,8 con epicentro in New Jersey, chiusi gli aeroporti