EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Stimey, il robot amico degli studenti

Stimey, il robot amico degli studenti
Diritti d'autore 
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il programma è sviluppato da università e aziende di Spagna, Germania, Bielorussia, Grecia e Finlandia

PUBBLICITÀ

Non è narrativa distopica alla Aldous Huxley, l'autore che - nel suo libro "Il mondo nuovo" - raccontava di uno sviluppo delle nuove tecnologie invasivo e grottesco. Nella realtà, sviluppata dai ricercatori della Robotics Academy dell'Università della Macedonia, i robot sono benevoli e, soprattutto, molto utili. Stimey, ad esempio, è un piccolo robot bianco, pensato e realizzato per diventare il migliore amico dei piccoli studenti.

"Il robot entra nel gruppo come un compagno e interagisce con i bambini, creando così un quadro diverso nella procedura educativa - spiega il ricercatore Dimitris Angeloudis - invece di avere tre studenti che lavorano in classe come al solito, inseriamo un robot nel team che crea motivazione e voglia di lavorare".

Il lavoro di Stimey è quello di rendere più dinamica la procedura di apprendimento e motivare i bambini allo studio di varie materie, come le scienze, l'ingegneria e la matematica. Il robot è solo una parte del progetto di ricerca, che si sviluppa anche in una trasmissione radiofonica, una piattaforma di apprendimento online e giochi educativi.

Il programma è sviluppato da università e aziende di Spagna, Germania, Bielorussia, Grecia e Finlandia. Entro la fine di ottobre, 300 robot STIMEY saranno distribuiti nelle scuole dei cinque paesi sponsor

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Criminalità informatica: reati in aumento a causa dell'intelligenza artificiale

La Spagna blocca Telegram: l'app rimane attiva e fa ricorso alla Corte di Giustizia europea

Umay, l'app francese che tutela le donne dalle molestie di strada