Sempre più xenofobia verso i venezualani che scappano in Brasile

Sempre più xenofobia verso i venezualani che scappano in Brasile
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono troppi e vengono sempre meno tollerati dai locali. L'Onu cerca di correre ai ripari

PUBBLICITÀ

Cresce la xenofobia nei confronti dei profughi venezuelani in Brasile. Decine di migliaia di persone arrivano nel paese alla ricerca di qualsiasi cosa per sopravvivere. Questo devasta il mercato del lavoro locale e indispettisce le popolazioni locali già sotto pressione perché queste zone di frontiera sono giâ terra di approdo per molti migranti economici. Crescono quindi gli atti di violenza contro i più deboli: donne, bambini ed esponenti della comunità LGBT. Una situazione che si sta facendo insostenibile tanto che nel paese è giunto l'alto commissario Onu per i rifugiati, l'italiano Filippo Grandi. che ha detto: "Dobbiamo risolvere problemi in quelle zone dove c'è un'alta percentuale di venezuelani rispetto ai locali. La pressione è altissima e dobbiamo assicurarci che non si verificino fenomeni di xenofobia e tensioni fra rifugiati e mogranti o fra di loro e la popolazione locale.

Più facile a dirsi che a farsi visto che il numero di arrivi dal Venezuela non sembra volersi arrestare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Carnevale di Rio: sfilano le squadre di samba

Al Carnevale di Rio anche i cani sfilano in costume

Brasile: a Rio de Janeiro il rito purificatorio prima del carnevale