Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Tar: "Open Arms può entrare in Italia"

Tar: "Open Arms può entrare in Italia"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

"Sospensione del divieto di ingresso in acque territoriali italiane per permettere il soccorso delle persone a bordo". Con una decisione senza precedenti, il Tar del Lazio interviene per sbloccare la situazione della Open Arms ferma in mare da quattordici giorni e con il divieto di ingresso in acque italiane firmato dai ministri Salvini, Trenta e Toninelli

A darne notizia è la stessa Open Arms che aveva presentato un esposto d'urgenza al Tar. Salvini annuncia la firma di un nuovo provvedimento di stop e urgente ricorso al Consiglio di Stato. Ma intanto la nave si dirige verso Lampedusa con i suoi 147 migranti a bordo

Da giorni i volontari della Ong spagnola denunciavano che la situazione fosse insostenibile: tensioni continue, rischio di risse a bordo, scioperi della fame. Avevano provato anche a far sbarcare una trentina di minori invano. Persino il premier Conte è intervenuto in loro favore.

Ma il ministro Salvini, che ha innescato la crisi di governo, sembra più deciso che mai. Nel frattempo nel Mediterraneo c'è un'altra nave con oltre 350 migranti, l'Ocean Viking, con a bordo 356 persone di cui 103 minori e che al momento si mantiene tra Malta e Lampedusa in attesa di una risposta ufficiale alla richiesta di assegnazione di un porto sicuro.

Oscar Camps ha affermato: "Abbiamo sconfitto il decreto sicurezza di Salvini che ci ha proibito di entrare nelle acque italiane minacciandoci di sequestrarci la nave, ora possiamo entrare senza timore di essere multati o sottratti della nave. E' stato deciso che devono permettere lo sbarco ma ancora non ci è stato specificato in quale porto, ora è il governo italiano che deve rispondere alla giustizia".