Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Harry Maguire al Manchester United: il difensore più caro della storia

Una delle ultime esibizioni di Harry Maguire con il Leicester: amichevole (vinta 2-1) con lo Stoke City, il 27 luglio 2019.
Una delle ultime esibizioni di Harry Maguire con il Leicester: amichevole (vinta 2-1) con lo Stoke City, il 27 luglio 2019. -
Diritti d'autore
Action Images via Reuters/Ed Sykes/File Photo
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un record dopo l'altro, nel folle calciomercato degli ultimi anni.
Il nuovo primato per il difensore più costoso della storia del calcio lo ha stabilito Harry Maguire, 26 anni, buon difensore del Leicester e della nazionale inglese, appena acquistato dal Manchester United, pagando la stratosferica cifra di 87 milioni di euro (80 milioni di sterline) al Leicester.

In questo mondo di plusvalenze

Per il club delle "Foxes", tanto caro a Claudio Ranieri, una plusvalenza straordinaria: basti pensare che Maguire era stato acquistato nel 2017 dall'Hull per appena 13,5 milioni di euro (più 6 di bonus).

Ora, per lui, un contratto di sei anni con i "Red Devils", alla disperata ricerca della gloria passata.
E che non arriva nonostante investimenti colossali e manager di altissimo livello (negli ultimi anni, da Louis Van Gaal a Josè Mourinho, passando per l'attuale tecnico norvegese Ole Gunnar Solskjær).

"Maguire è attualmente uno dei migliori difensori centrali del mondo. Legge bene il gioco, garantisce una presenza importante sul terreno di gioco e sa mantenere la calma sotto pressione".
Ole Gunnar Solskjær
Manager Manchester United

194 centimetri e 100 chili: ci vuole un fisico bestiale!

Giocatore di ottimo rendimento già agli scorsi mondiali in Russia (20 caps e un gol in nazionale), dove l'Inghilterra è giunta quarta, Maguire ha dalla sua parte soprattutto un fisico da granatiere: 194 cm e 100 kg, spalmati in un discreto dinamismo e agilità.
Un fisico bestiale, insomma.
Il suo pezzo forte? Il colpo di testa, naturalmente. Ma anche il lancio lungo.

Fidanzato con Fern Hawkins e papà della piccola Lillie Saint, di pochi mesi, Harry Maguire ha raggiunto anche quella maturità familiare che gli può consentire di diventare un autentico "crack", al di là delle legittime perplessità nei suoi confronti (per il prezzo eccessivo del cartellino).

"Per noi è una cessione incredibile!"
Brendan Rodgers
Manager Leicester

Van Dijk "scalzato"

Di fatto, si può ben dire che ormai - almeno per un difensore - l'importante è essere grande e grosso...
Non a caso, la stazza considerevole è anche la caratteristica principale dell'olandese Virgil Van Dijk, fino a ieri il difensore più caro della storia, ora scalzato proprio da Maguire.

Van Dijk, passato a gennaio 2018 dal Southampton al Liverpool per "soli" 84 milioni, ha comunque dimostrato - con i "Reds" e la nazionale "Orange" - di essere stato un ottimo investimento, arrivando ad essere uno dei protagonisti della Champions League 2019 del Liverpool.

Si vede la differenza di "fisico bestiale" tra Brendan Rodgers e Harry Maguire?

Le follie dell'estate 2019: Atlético Madrid re del mercato

Nella speciale classifica dei difensori più costosi, ci sono trasferimenti sempre più recenti, a dimostrazione di quanto siano lievitati i prezzi nelle ultime stagioni.
Dopo Maguire e Van Dijk, al terzo posto, infatti, troviamo gli 80 milioni del francese Lucas Hernández (dall'Atlético Madrid al Bayern) e i 75 milioni dell'olandese Matthijs de Ligt (dall'Ajax alla Juventus).

Per non parlare, poi, delle follie del calciomercato 2019 legate ad Antoine Griezmann (120 milioni dall' Atlético Madrid al Barcellona) e al giovanissimo portoghese João Félix (altri 120 milioni di passaggio dal Benfica all'Atlético Madrid).

A far debuttare Maguire fu Mike Phelan...

Nel tweet del profilo ufficiale del club, il Manchester United dà il benvenuto a Jerry Maguire e il bentornato all'ex centrocampista Mike Phelan, che torna in veste di vice-allenatore come ai tempi di Alex Ferguson.
Maguire e Phelan avevano già lavorato insieme con l'Hull. In precedenza, Maguire si era formato allo Sheffield United e, una volta passato all'Hull, trascorse i primi sei mesi in prestito al Wigan Athletic.

Poi, una volta rientrato all'Hull, fu proprio Phelan, subentrato al dimissionario Steve Bruce, a farlo debuttare in Premier League - entrò a partita iniziata - nell'agosto del 2016, al KCOM Stadium di Kingston-upon-Hull, proprio contro il Manchester United (che vinse 1-0 con un gol nel finale di Marcus Rashford).
Il destino, spesso, ci mette lo zampino.