Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Perché il titolo nobiliare del ducato di Franco suscita molte polemiche in Spagna

Perché il titolo nobiliare del ducato di Franco suscita molte polemiche in Spagna
Diritti d'autore
Carmen Martínez-Bordiu Franco e il suo ex sposo José Campos mentre assistono alla feria di Santiago nella città di Santander
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Questa settimana, Carmen Martínez-Bordiu, la nipote del dittatore spagnolo Francisco Franco, è stata nominata ufficialmente duchessa di Franco Grandeza de España, massimo grado nella gerarchia nobiliare spagnola, immediatamente dietro alla principessa delle Asturie e di suo figlio.

La "nietísima" (la "nipotissima"), come è conosciuta dai più, ambisce a questo titolo dal 2017, anno della morte della madre, Carmen Franco, l'unica discendente del Caudillo.

Il ducato di Franco è un titolo nobiliare molto controverso in Spagna perché commemora direttamente il dittatore ed è riservato alla sua discendenza. Si stima che il suo regime autoritario, tra il 1939 e il 1975, sia stato responsabile della morte di un numero di persone compreso tra le 150mila e le 400mila.

L'ex dittatore spagnolo Francisco Franco con la sua sposa, Carmen Polo, e l'allora Principe Juan Carlos di Spagna assieme alla Principessa Sofia nel 1975 - Reuters

Partiti politici come Podemos e Izquierda Unida hanno condannato l'esistenza stessa del ducato di Franco e l'ottenimento del titolo da parte di Martínez-Bordiú. Parte della società civile, così come l'Associazione per il recupero della memoria storica, hanno manifestato tutta la loro indignazione per la nomina della nipote del dittatore, caduta nello stesso giorno in cui Pablo Casado ha dichiarato di aver presentato un disegno di legge per evitare la prescrizione di "tutti i crimini di terrorismo".

"La cosa minaccia il benessere morale, sociale ed emotivo delle vittime [del franchismo]. Nessuno potrebbe capire se a un terrorista venisse dato un riconoscimento nobiliare; stiamo riconoscendo i meriti ad una persona che ha compiuto un colpo di stato, assassinato migliaia di civili e imprigionato omosessuali per 40 anni", ha detto a Euronews Emilio Silva, presidente dell'Associazione per il recupero della memoria storica.

Nonostante il nome "Franco", il titolo nobiliare non fu creato durante la dittatura del caudillo bensì il 26 novembre 1975, appena cinque giorni dopo la sua incoronazione e una settimana dopo la morte di Franco, da parte del re emerito Juan Carlos I. Sul trono di Spagna tra il 1975 e il 2014, lo istituì per omaggiare Carmen Franco Polo, figlia del dittatore, e mostrarle il suo apprezzamento nei suoi confronti.

Extracto del Boletín Oficial del Estado

Decreto 3028/1975, de 26 de noviembre, por el que se concede el título de Duquesa de Franco, con Grandeza de España a doña Carmen Franco Polo, Marquesa de Villaverde. Deseando dar una muestra de mi Real aprecio a doña Carmen Franco Polo, Marquesa de Villaverde, y en atención a las excepcionales circunstancias y merecimientos que en ella concurren, Vengo en concederle la Merced Nobiliaria de Duquesa de Franco, con Grandeza de España, para sí, sus hijos y descendientes, exento de derechos fiscales en su creación y en la primera transmisión. Así lo dispongo por el presente Decreto, dado en Madrid a veintiséis de noviembre de mil novecientos setenta y cinco. JUAN CARLOS

Oltre trenta titoli nobiliari a "gente che altrove sarebbe considerata criminale di guerra"

L'esistenza del ducato è stata molto contestata fin dalla sua creazione anche se nessun governo ha osato porvi fine. Nel luglio 2018, la Gazzetta Ufficiale dello Stato (BOE) ha pubblicato la successione di Carmen Martínez-Bordiú, dopo la morte della madre. con il titolo di Duchessa di Franco.

Sebbene la pubblicazione nel BOE sia apparsa durante il mandato del governo socialista, fu inviata durante gli ultimi giorni di presidenza di Mariano Rajoy, proprio durante la mozione di sfiducia che fece cadere l'esecutivo del Partito Popolare. "Rinnovare titoli nobiliari attraverso il Ministero di Giustizia è poco democratico, i titoli nobiliari non dovrebbero essere regolamentati dal Governo", aggiunge Emilio Silva, presidente dell'Associazione.

Una donna con un ombrello con i colori della bandiera spagnola al mausoleo di Valle de los Caídos, dove riposano i resti dell'ex dittatore spagnolo in attesa di una possibile rimozione.

Il governo Sanchez ha espresso l'intenzione di eliminare i titoli nobiliari che rimandano a Franco. Tra essi, proprio quello della neo-duchessa. Tuttavia ancora alle parole non sono seguiti i fatti.

Dall'Associazione, Silva ribadisce di aver portato avanti una lotta "politica e sociale" contro gli oltre trenta titoli concessi dal dittatore ai suoi parenti, soprattutto militari, che hanno partecipato con lui alla guerra civile. "Altrove sarebbero considerati criminali di guerra".

Tra questi c'è il marchesato del Queipo de Llano, responsabile della morte di 14.000 persone nella città di Siviglia: il titolo è attualmente ostentato dal nipote; oppure il ducato di Mola, in onore del generale Emilio Mola, leader del colpo di stato del 1936 che portò alla guerra civile spagnola.

"Il fatto che un governo democratico partecipi a questo processo di riconoscimento nobiliare dimostra il potere che la famiglia Franco ha ancora nella società e nella politica spagnola", conclude Silva. Oggi in Spagna esiste una Fondazione Francisco Franco che opera per promuovere la memoria storica legata al dittatore. Nonostante si mantenga con donazioni private, gode di agevolazioni fiscali alla stregua di una Ong.

Il giornalista Mariano Sánchez, autore del libro Los Franco S.A., calcola che la fortuna della famiglia Franco si possa stimare intorno ai 500 milioni di euro.

Leggi anche: ➡️ Madrid protesta per l'ingerenza del nunzio apostolico; Spagna: stop alla riesumazione, Franco resta nel mausoleo