Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Russia-Cina: da alleanza economica a militare?

Russia-Cina: da alleanza economica a militare?
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Resta ancora irrisolto l'incidente diplomatico tra Russia, Cina e Corea del Sud. Quest'ultima accusa i due paesi di aver sorvolato il suo spazio aereo e di aver ricevuto delle scuse perché si sarebbe trattato di un errore. Russia e Cina smentiscono scuse ed errore, ma ammettono di aver fatto "la prima missione congiunta di monitoraggio aereo dell'Asia Pacifica" con due bombardieri strategici russi e due cinesi. Mosca afferma che la missione non rappresentava una minaccia per Paesi terzi e assicura di aver volato sempre in zone internazionali. Di certo è venuto allo scoperto il piano di Russia e Cina che da alleati economici si possono trasformare in alleati militari.

Reuters
Putine e XiReuters

La visita di giugno di Xi A giugno il presidente cinese Xi Jinping è stato in Russia per tre giorni in coincidenza con il 70esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Per Xi, è stata l'ottava visita al presidente Vladimir Putin da quando è al potere in Cina e la quarta visita di Stato ufficiale, ma i faccia a faccia tra i due leader sono stati dal 2013 molti di più. Xi ha definito Putin il suo «miglior amico». La frequenza degli incontri fa capire quanto la Russia conti nell'agenda del leader cinese e quanto la guerra dei dazi di Trump alla Cina e le sanzioni alla Russia stiano spingendo sempre di più l’avvicinamento di Pechino e Mosca. Durante la visita del leader cinese in Russia sono stati sottoscritti diversi documenti che dovrebbero stimolare gli scambi commerciali tra i due Paesi, scambi che solo di recente hanno raggiunto il tetto prefissato dei 100 miliardi di dollari.

L’accordo Huawei-Mts
A margine dell'incontro sono stati firmati 30 accordi, tra cui quello tra il gigante cinese Huawei e l'azienda di telefoni cellulari russa Mts per lo sviluppo delle tecnologie 5G in Russia. Huawei – come sapete - è entrata nel mirino di Trump, accusata di fare spionaggio, ai danni degli Usa, per cui quest’accordo per l’azienda è una manna.

Il commercio di risorse naturali
Il 40 percentro dell’intero interscambio tra i due Paesi è rappresentato dal commercio delle risorse naturali, in particolare idrocarburi. Pechino rimane la più grande consumatrice al mondo e arriverà a rappresentare il 22% del consumo mondiale nel 2040. La Russia, da parte sua, si conferma uno dei più grandi produttori di gas e petrolio al mondo, e conta sempre di più sulla Cina per ridurre la dipendenza dal mercato europeo. A riprova di quanto questo settore sia cruciale, i due paesi (su esplicita richiesta dei loro presidenti) hanno creato nel 2018 un’Energy Business Forum: un incontro sempre più importante che ha visto nella sua seconda edizione la firma di 17 accordi tra aziende russe e cinesi.