Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Tour de France, tappa 13: Alaphilippe batte Thomas e vince la cronometro di Pau

Lo sforzo di Julian Alaphilippe negli ultimi metri della cronometro di Pau.
Lo sforzo di Julian Alaphilippe negli ultimi metri della cronometro di Pau.
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

PAU (FRANCIA) - Nel giorno dei 100 anni della prima Maglia Gialla al Tour de France (Eugène Christophe, il 19 luglio 1919, a Grenoble), quella di Julian Alaphilippe (Deceunink-Quick Step) è sempre più brillante e di un giallo vivacissimo.
La sua leadership esce clamorosamente rafforzata dalla cronometro di Pau (27,2 km), che avrebbe dovuto segnare il suo canto del cigno in testa al Tour de France, a favore del pronosticatissimo Geraint Thomas.

Sembra davvero un razzo...è andato come un razzo.

E invece. E invece, succede l'impensabile (se non l'împossibile): Alaphilippe - semplicemente "Loulou" per i francesi, che non vincono il Tour dal 1985 (Hinault, bien sur...) - non solo si difende alla grande, ma vince addirittura la cronometro, metà in salita e metà in pianura, con strappo mortifero nel finale.

Alla fine di questa 13esima tappa, sono 14 i secondi di vantaggio di Alaphilippe su Geraint Thomas (Team Ineos) e 36 sul belga Thomas De Gendt (Lotto-Soudal), a lungo in testa alla classifica parziale della cronometro.

"Adesso ho spostato i miei limiti. Negli ultimi km, il mio direttore sportivo Davide Bramati mi ha urlato talmente forte nelle cuffiette e mi ha dato una carica enorme, quasi una follia. Ho dato tutto".
Julian Alaphilippe
Maglia Gialla Tour de France 2019
REUTERS/Gonzalo Fuentes
Il Grande Sconfitto: Geraint Thomas. Ma il Tour è ancora lungo.REUTERS/Gonzalo Fuentes

Si sono difesi bene anche Rigoberto Uran (36 secondi di ritardo per lui), Richie Porte e Steven Kruijswijk (entrambi a 45"), bene anche Thibaut Pinot, arrivato a 49".

Primo degli italiani, Alberto Bettiol: 19esimo a 1'26". Bene anche Fabio Aru, giunto al traguardo con 1'49" di ritardo da Alaphilippe.

Male Egan Bernal (a 1'36"), Nairo Quintana (a 1'51") e Vincenzo Nibali (a 3'09").
Curiosità: ultimi nell'ordine d'arrivo della cronometro sono arrivati Caleb Ewan e Andrey Amador, entrambi con 6'55" di ritardo.

Brutto incidente per l'olandese Wout Van Aert (Jumbo-Visma), caduto e costretto al ritiro.

Il riassunto-video della cronometro in 60 secondi, dal profilo Twitter della Grande Boucle.

Classifica: salgono Kruijswijk e Mas, scendono Bernal, Quintana e Yates

REUTERS/Gonzalo Fuentes
E chi lo tiene più Alaphilippe?REUTERS/Gonzalo Fuentes

In classifica generale, Alaphilippe rafforza il primato: 1'26" su Thomas, 2'12" su Kruijswijk e 2'44 sul compagno di squadra, lo spagnolo Enric Mas, ora nuova maglia bianca.

La Top 10 è completata da Bernal, Buchmann, Pinot, Uran, Quintana e Adam Yates, tutti con ritardi inferiori ai quattro minuti.
Primo degli italiani, ancora Fabio Aru, 23esimo a 17'46". Poi Matteo Trentin, 31esimo, a 19'20" e Giulio Ciccone, 32esimo, a 19'51".
Più indietro Vincenzo Nibali, solo 41esimo, a 29'12".

Ordini d'arrivo, classifiche, tappe, statistiche e curiosità sul sito ufficiale del Tour de France.

Le Maglie

Gialla: Julian Alaphilippe (Francia-Deceunink-Quick Step)
Pois: Tim Wellens (Belgio-Lotto Soudal)
Verde: Peter Sagan (Slovacchia-Bora Hansgrohe)
Bianca: Enric Mas (Spagna-Deceunink-Quick Step)
Lanterne rouge (ultimo in classifica): Yoann Offredo (Francia-Wanty Gobert) a 2h19'45"
Miglior squadra: Trek-Segafredo

E sabato arriva il Tourmalet.