ULTIM'ORA

Le avversarie delle Azzurre: il fascino di Italia-Brasile

Le avversarie delle Azzurre: il fascino di Italia-Brasile
Diritti d'autore
La brasiliana Marta festeggia con le compagne di squadra dopo aver segnato contro l'Australia - REUTERS/Jean-Paul Pelissier
Dimensioni di testo Aa Aa

Quando a scendere in campo sono Italia e Brasile, il match è di sicuro fascino. Ancora di più se – come questa volta a Valenciennes – sono le Azzurre ad avere una posizione di privilegio rispetto alle verdeoro, all’ultima possibilità per qualificarsi agli Ottavi di finale del Mondiale di Francia. In termini di coinvolgimento in prossimità di un match tanto atteso, il calcio femminile italiano ha già vinto.

Le ragazze di Milena Bertolini, però, stanno dimostrando di avere ancora tanto entusiasmo in serbo. Nessun limite mentale, figuriamoci di fronte alle avversarie che non sono mai riuscite a battere (ai maschi non succede dall'82).

Nella Seleção non c'è un solo nome che emerga nell’organico, una giocatrice simbolo. Anzi, in questo il gruppo di Vadão somiglia tanto a quello azzurro: buona miscela tra esperienza e talento, ampio margine di crescita in prospettiva - al netto di una frattura nel gruppo tra la vecchia generazione di calciatrici e la nuova. L’Italia però giunge in una posizione di vantaggio: prima nel girone a punteggio piena, una qualificazione già in tasca.

Il pari basta alle Azzurre per essere prime al Brasile per passare comunque, ma la Seleçao deve vincere con due gol di scarto se vuole evitare il terzo posto e la Francia negli ottavi.

Le giocatrici da tenere d'occhio

A fare da chioccia alle nuove leve in Francia è Formiga, la 41enne del PSG che vorrebbe chiudere in bellezza la sua ultima esperienza in Nazionale: squalificata, spera nella qualificazione delle compagne per continuare l'avventura in questa sua settima Coppa del Mondo.

Formiga è la giocatrice più anziana a partecipare ad un torneo femminile, seconda professionista - se consideriamo anche i Mondiali maschili - per anzianità dietro al camerunense Roger Milla (la punta prese parte alla spedizione di USA '94 a 42 anni). Il suo soprannome deriva un po' dal suo stile in campo, tenace e altruista: formica operaia più che cicala solista.

C'è poi Marta dell’Orlando Pride, soprannominata Pelé con faldas (Pelé con la gonna), che vanta la migliore media realizzativa con ben 110 reti in 129 presenze in Nazionale. Qualcosa di straordinario che solo Cristiane del San Paolo, miglior realizzatrice olimpica, prova a disturbare. Contro l'Australia, a 33 anni, Marta è diventata la prima giocatrice a segnare in cinque mondiali di fila: 16 centri come Miroslav Klose, realizzati però da quest'ultimo in quattro edizioni della Coppa del Mondo. Riuscirà a fare centro per la 17esima volta e a portarsi in vetta alla classifica dei bomber mondiali in solitaria?

È ambasciatrice Onu per l’uguaglianza di genere e dopo il rigore segnato all’Australia ha indicato a tutti i suoi scarpini: senza sponsor e con il logo a favore della parità.

In mezzo al campo, invece, spicca Thaisa: il Milan la scorsa estate ha puntato sulla sua qualità per cominciare il progetto femminile, e lei ha già mostrato in Serie A cosa sa fare.

Il Commissario Tecnico

Lunghissima esperienza da allenatore, 62 anni, alla sua seconda gestione della Seleção femminile dopo la prima parentesi tra il 2014 e il 2016. In attività dal 1990, Vadão è un coach bravo a valorizzare le individualità senza perdere di vista l'equilibrio di squadra.

Per la sua Nazionale, contro l'Italia, è l'ultima spiaggia per il discorso qualificazione agli Ottavi.

Nazionale Brasile Femminile: la rosa

PORTIERI: Bárbara (1), Aline Reis (12), Leticia Izidoro (22).
DIFENSORI: Fabiana (2), Erika (3), Tayla (4), Tamires (6), Leticia Santos (13), Kathellen (14), Camila (15), Monica 21).
CENTROCAMPISTI: Thaisa (5), Formiga (8), Andressinha (17), Luana (18).
ATTACCANTI: Andressa (7), Debinha (9), Marta (10), Cristiane (11), Bia Zaneratto (16), Ludmila (19), Raquel (20), Geyse (23).

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.