Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Dalla Svezia arriva il 'plogging'

Dalla Svezia arriva il 'plogging'
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva dalla Svezia la nuova tendenza sportiva che oltre a migliorare la forma fisica, fa bene anche all'ambiente: si chiama "plogging" e conta già migliaia di appassionati in tutto il mondo. Si tratta, in sintesi, di raccogliere rifiuti mentre si corre. Basta poco per iniziare, un sacchetto per la raccolta, un paio di guanti di protezione e ovviamente la voglia di correre.

L'inventore

L'idea è venuta nel 2016 a un appassionato podista svedese: Erik Ahlström.

"Plogga, che in svedese si dice "plocka upp", significa raccogli e corri" spiega Ahlström "E' una parola combinata formata da due parole messe insieme: raccogli e corri"

Eric, stanco di vedere le strade di Stoccolma piene di carte, mozziconi di sigarette, bottigliette di plastica gettate a terra, ha deciso di raccogliere i rifiuti mentre si allenava e di condividere quanto faceva sui social network. I suoi video si sono diffusi velocemente e il plogging ha trovato adepti ovunque.

"Il record mondiale è stato realizzato a CIttà del Messico dove 4mila persone hanno fatto plogging in un solo giorno" ci racconta "Ma io credo che circa 10mila persone lo pratichino regolarmente ogni giorno in India dove la nuova tendenza del running è proprio il plogging".

Fenomeno social

La parola d'ordine quando si fa plogging è anche "condivisione". E' infatti quasi un obbligo postare sui social foto e video utilizzando hastag precisi per raggiungere più persone possibili.

Il plogging è un mix perfetto tra educazione fisica ed educazione civica e di sicuro fa stare bene corpo e mente anche senza prestazioni sportive da record.