ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il greco che ha perso il volo Ethiopian Airlines per due minuti

Il greco che ha perso il volo Ethiopian Airlines per due minuti
Diritti d'autore
Credit: ISWA
Dimensioni di testo Aa Aa

Un imprenditore greco avrebbe dovuto essere il 150esimo passeggero del tragico volo Ethiopian Airlines schiantatosi pochi minuti dopo il decollo da Addis Abeba, in cui hanno perso la vita anche 8 italiani. Sarebbe morto anche lui nell'esplosione, se non fosse arrivato due minuti dopo la chiusura dell'imbarco e non avesse quindi perso il volo. Lo ha raccontato lui stesso su Facebook in un post dal titolo "Il mio giorno fortunato".

"Ero furioso perché nessuno mi ha aiutato a raggiungere in tempo il gate", ha scritto Antonis Mavropoulos, allegando al post la foto del biglietto.

Mavropoulos è presidente della International Solid Waste Association, una non-profit. Avrebbe dovuto recarsi a Nairobi per partecipare anch'egli alla riunione annuale dell'Onu, riferisce l'agenzia stampa ateniese.

Dopo aver perso il volo, ne ha prenotato un altro ma il personale di terra dell'aeroporto gli ha impedito di imbarcarsi in seguito alla notizia della tragedia.

"Mi hanno condotto alla stazione della polizia dell'aeroporto e il funzionario mi ha detto di non arrabbiarmi ma di pregare Dio in quanto ero l'unico passeggero a non aver fatto in tempo a salire su quell'aereo, il volo ET 302". Mavropoulos ha scritto di essere sotto shock. Le autorità aeroportuali hanno aggiunto che vogliono interrogarlo sulle circostanze che lo hanno portato a perdere la coincidenza. "Non ce l'ho fatta perché hanno fatto un controllo incrociato per verificare la mia identità", ha concluso su Facebook.