ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Khashoggi: Gb,"non crediamo a versione saudita"

Lettura in corso:

Khashoggi: Gb,"non crediamo a versione saudita"

Khashoggi: Gb,"non crediamo a versione saudita"
Dimensioni di testo Aa Aa

L'affare Khashoggi si complica, in attesa dei risultati dell'inchiesta turca e sui dettagli della morte del giornalista - che saranno resi pubblici martedì - il presidente Trump in un'intervista al Washington Post ha amesso: "da Riad ci sono state bugie anche se l'Arabia Saudita" ha detto "è un alleato incredibile". Dalla comunità internazionale parole di scetticismo verso la versione saudita. Dopo le reazioni della Francia anche il Regno Unito ha ritenuto non credibile la versione di Riad sull'accaduto.

Ma i problemi restano all'interno della stessa corte di Re Salman. Qui la versione ufficiale fornita dai sauditi viene smentita da ambienti vicini alla famiglia ma anche dai suoi avversari. Anche la Gran Bretagna contesta la versione fornita da Riad.

"No non penso sia credibile penso sia un caso terribile" ha detto il Ministro per la Brexit Raab che ha aggiunto: "Siamo dalla parte dell'indagine turca e il governo inglese vuole vedere chi sono i responsabili per quella morte ed è orribile".

Il Washington Post afferma che "funzionari della Cia hanno ascoltato" le registrazioni audio turche che "provano che Khashoggi è stato ucciso e poi smembrato" e che la morte del giornalista saudita non è stata accidentale. La registrazione, se verificata - aggiunge il quotidiano - renderà difficile alla Casa Bianca accettare la versione dell'incidente.