ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Verso una brigata per la cybersecurity: intervista al sottosegretario Tofalo

Lettura in corso:

Verso una brigata per la cybersecurity: intervista al sottosegretario Tofalo

Verso una brigata per la cybersecurity: intervista al sottosegretario Tofalo
Dimensioni di testo Aa Aa

Abbiamo incontrato a Roma, al Ministero della Difesa, il Sottosegretario Angelo Tofalo, che ha la delega alla cyber-sicurezza ed è molto attivo sul dossier libico. Una lunga chiacchierata, che vi proponiamo integralmente. La prima domanda è sulle ultime accuse alla Russia.

Nell'intervista - lunga perché rilassata e senza interruzioni - Tofalo spiega di voler ritoccare il dispositivo italiano per la cybersicurezza, anche accorpando alcune realtà esistenti.

E sottolinea una discontinuità di questo governo rispetto ai precedenti, in particolare sul dossier libico.

In una parte non registrata della conversazione, ha detto di ritenere l'atteggiamento francese nell'Africa settentrionale "molto aggressivo", ha spiegato che l'Italia conta di restare in Niger e se possible di ampliare la propria missione (in accordo con il governo locale), e ha confermato: se per l'industria europea della difesa si può puntare all'integrazione, il tema non si pone per i servizi, che sono e restano nazionali.