ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La metà dei cittadini europei considera la Ue "irrilevante"

Lettura in corso:

La metà dei cittadini europei considera la Ue "irrilevante"

La metà dei cittadini europei considera la Ue "irrilevante"
Dimensioni di testo Aa Aa

Più Europa, ma diversa da quella di oggi. Si può sintetizzare così il risultato dell'indagine condotta da Friends of Europe, un think tank con sede a Bruxelles, a pochi mesi dalle elezioni europee in programma a maggio 2019. Lo studio è stata condotto lo scorso settembre su un campione di quasi 11mila cittadini europei.

Il 90% di loro vorrebbe un'Unione europea diversa, che vada oltre il semplice mercato comune, ed avere un maggior peso nel processo decisionale. Così com'è, la Ue non funziona ed è ritenuta irrilevante dal 49% dei cittadini europei, mentre il 64% è convinto che la loro vita non sarebbe peggiore senza la Ue. Più ottimismo tra i giovani: il 41% degli under 35 è convinto che le cose andrebbero peggio senza l'Unione.

I movimenti nazionalisti e sovranisti sono in ascesa in tutto il continente, eppure - stando all'indagine - l'81% degli intervistati non ritiene che la Ue dovrebbe concedere più libertà di manovra ai governi nazionali.

Mantenere la pace, creare nuovi posti di lavoro e combattere il cambiamento climatico: queste tre, secondo la maggioranza dei cittadini, dovrebbero essere le priorità dell'Europa.

Più di un terzo degli intervistati chiede inoltre maggiore trasparenza sulle modalità di spesa del denaro pubblico, mentre il 41% vorrebbe poter votare sulle materie che riguardano .