ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

NATO: fronte comune contro i cyber-attacchi russi

Lettura in corso:

NATO: fronte comune contro i cyber-attacchi russi

NATO: fronte comune contro i cyber-attacchi russi
Dimensioni di testo Aa Aa

Spiavano l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche proprio mentre esaminava la sostanza che aveva avvelenato l'ex spia russa Sergei Skripal in Gran Bretagna e i veleni usati a Douma in Siria. Quattro agenti dei servizi miliari russi sono stati prima arrestati e poi rispediti nella madrepatria. Ad accusare Mosca è il capo dell'intelligence militare dei Paesi Bassi. Tutto è successo ad aprile. Il tentativo di cyber attacco è andato a vuoto ma il tema è enorme e tante le accuse a Mosca di cyber attacchi da parte dei ministri della difesa della Nato riuniti a Bruxelles

Jens Stoltenberg, il segretario generale della NATO, ha detto: "La Russia deve fermarsi con questo comportamenti spericolati, compreso l'uso della forza contro i suoi vicini, i tentativi d'interferire nei processi elettorali e le diffuse campagne di disinformazione."

Anche gli Stati Uniti hanno fatto sapere di aver incriminato 7 spie militari russe per diversi cyber attacchi in particolare contro le agenzie antidoping e chi ha condannato il doping di Stato russo. tra le vittimi anche l'agnezia mondiale antidoping di Ottawa.

James Mattis, Segretario della difesa degli Stati Uniti d'America, ha detto: "I russi sono stati colti sul fatto con le loro attrezzature e ora ne devono pagare, saranno tenuti a rendere conto. La risposta delle nazioni coinvolte sarà una decisione politica, e noi saremo solidali con esse".

Dura anche Londra, che sempre ha puntato il dito contro Mosca per l'avvelenamento dell'ex spia Skripal: queste sono le azioni di uno stato parhia, non di una grande potenza, ha detto il ministro della difesa britannico Gavin Williamson. E il fronte della NATO sembra di nuovo unito contro l'ex nemico comune ai tempi della guerra fredda.