La notte dei César

La notte dei César
Di Maria Elena Spagnolo
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il miglior film è 120 battiti al minuto, diretto da Robin Campillo che si è aggiudicato sei riconoscimenti

PUBBLICITÀ

La lotta contro la violenza sulle donne e per la parità dei sessi è stata tra i protagonisti della serata dei César, i premi del cinema francese. Simbolo del movimento nato in Francia nell’era post-Weinstein è stato il nastro bianco indossato da molte star, come Vanessa Paradis. E’ stata lei ad annunciare il miglior film, "120 battiti al minuto", diretto da Robin Campillo che si è aggiudicato sei riconoscimenti.

Ambientato in Francia negli anni 90, il film racconta la storia degli attivisti di Act UP paris, e la loro lotta in favore delle vittime dell’ Aids.

Miglior regista Albert Dupontel per il film "Ci rivediamo lassù", ambientato nel periodo che segui' la prima Guerra mondiale, con protagonisti i due reduci Albert e Édouard.

Jeanne Balibar è stata premiata come migliore attrice per la sua interpretazione magistrale della cantante Barbara.

Premio come miglior attore a Swann Arlaud, nei panni di un giovane allevatore determinato a salvare i suoi amati animali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi, rubata su un treno a Parigi una borsa con dettagli sulla sicurezza dei Giochi

Francia, fa discutere il trasferimento di 195 migranti da Mayotte a un castello alle porte di Parigi

Ucraina, Russia: conflitto "inevitabile" con la Nato se invia truppe, Roma e Berlino frenano