ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Etiopia: governo reprime nel sangue le proteste contro gli espropri, oltre 100 morti

euronews_icons_loading
Etiopia: governo reprime nel sangue le proteste contro gli espropri, oltre 100 morti
Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbero oltre 100 le persone uccise dalle forze di sicurezza in Etiopia durante il fine settimana. I militari hanno aperto il fuoco sui manifestanti pacifici nelle regioni a maggioranza Oromo e Amhara, secondo quanto riferisce Amnesty International.

Gli Oromo sono stati protagonisti di violente manifestazioni alla fine del 2015 contro il piano del governo di inglobare terre agricole della propria comunità in una macroregione della capitale Addis Abeba.

I primi disordini che hanno visto protagonisti gli Amhara erano scoppiati il mese scorso a seguito dell’intervento delle forze di polizia per arrestare i leader del Comitato che contesta l’annessione del distretto Wolkait alla vicina regione del Tigray.

Centinaia di persone sono state inoltre condotte in centri di detenzione non ufficiali, tra cui basi dove vengono addestrate forze di polizia ed esercito.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.