ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ma sulle spiagge greche la vita continua normale

Lettura in corso:

Ma sulle spiagge greche la vita continua normale

Ma sulle spiagge greche la vita continua normale
Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante tutto, la vita continua ad Atene. Come in questa spiaggia della capitale: piena di gente, come in un’estate qualsiasi. I turisti non sono molti, quelli affollano le spiagge delle isole. Qui i bagnanti sono quasi tutti greci. E per qualche ora cercano di distrarsi dai problemi della crisi.

“Vado al lavoro ogni giorno – dice un bagnante -, per me niente è cambiato, nemmeno lo stipendio per fortuna. E quando ho un momento libero, vengo in spiaggia”.

“Naturalmente siamo preoccupati – aggiunge una signora -, perché non possiamo ritirare i soldi dalla banca per fare acquisti. Ma cosa altro dovremmo fare, se non restare calmi e aspettare per vedere cosa succede”.

“Le cose sono abbastanza complicate per il mio lavoro – afferma un uomo intervistato in un bar -. Cerchiamo di adattarci, ma non sappiamo cosa accadrà. Credo che ce la faremo. O le banche riaprono o dovremo imparare a lavorare in queste condizioni”.

La chiusura delle banche, almeno fino alla fine di questa settimana, non pregiudica le operazioni con carte di credito ma limita a sessanta euro al giorno i prelievi al bancomat.

“La suspense rimane – dice la corrispondente di euronews Nicoleta Drougka -, ma molti greci cercano di vivere normalmente la loro esistenza quotidiana. Vanno al lavoro, si godono il sole e il mare e con calma attendono gli eventi”.