Corea del Sud, nuovi casi di Mers. Intanto riaprono le scuole

Corea del Sud, nuovi casi di Mers. Intanto riaprono le scuole
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Mers, sindrome respiratoria del Medio oriente, continua a causare nuove vittime e contagi in Corea del Sud: i morti sono 16, i contagiati 150

PUBBLICITÀ

La Mers, sindrome respiratoria del Medio
oriente, continua a causare nuove vittime e contagi in Corea del Sud: i morti sono 16, i contagiati 150.

Dopo una campagna straordinaria di pulizia e disinfezione, sono state riaperte le scuole. Una decisione che non tutti giudicano con favore.

“Sono preoccupato, ma spero che i bambini possano continuare a fare scuola in un ambiente sicuro”.

Tutte le infezioni registrate finora si sono verificate negli ospedali che hanno trattato i casi di Mers, con forse l’unica eccezione finora di un autista di ambulanza e di un soccorritore che aveva aiutato il trasporto dei malati.

Dopo l’isolamento del virus, accaduto per la prima volta il 20 maggio, tutte le persone venute a contatto con i casi noti sono state tenute in quarantena: ad oggi, sono 5.216 quelle in isolamento.

Finora, sono 14 i malati dimessi in seguito a una completa guarigione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cos'è la MERS?

Corea del Sud, accoltellato al collo il leader dell'opposizione: Lee Jae-myung in ospedale

Repubblica Ceca, 827 nuovi casi di pertosse in una settimana: più di tremila dall'inizio dell'anno