EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Roberto Baggio ferito, rapinato e sequestrato in casa: ora ringrazia i fan per l'affetto ricevuto

Roberto Baggio a un evento all'Expo 2015 in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione dell'ONU. Milano, venerdì 16 ottobre 2015.
Roberto Baggio a un evento all'Expo 2015 in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione dell'ONU. Milano, venerdì 16 ottobre 2015. Diritti d'autore Luca Bruno/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Luca Bruno/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Greta Ruffino
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Ferito e derubato in casa, Roberto Biaggio e la sua famiglia ringraziano chi li sta sostenendo mentre il sopralluogo nella sua tenuta continua.

PUBBLICITÀ

Roberto Baggio è stato ferito durante un brutale assalto nella sua villa ad Altavilla Vicentina mentre guardava la partita Italia-Spagna ieri sera, giovedì 20 giugno. Cinque uomini armati hanno fatto irruzione in casa con l'intento di derubare la tenuta agricola dell'ex Pallone d’oro, dove vive da circa 15 anni con la moglie Andreina e i loro tre figli.

Biaggio e la sua famiglia sequestrati in una stanza

Baggio, originario di Caldogno (Vicenza), ha tentato di difendersi ma è stato colpito alla testa con il calcio di una pistola. I rapinatori hanno quindi saccheggiato la casa, rubando orologi, gioielli e contanti, prima di rinchiudere lui e la sua famiglia in una stanza, secondo quanto riportato da diverse testate.

Dopo che i malviventi sono fuggiti, Baggio è riuscito a liberarsi e ha immediatamente chiamato i carabinieri. Durante la notte è stato medicato al pronto soccorso di Arzignano per una ferita alla testa, dove gli sono stati applicati dei punti. Dopo essere stato dimesso, è stato interrogato dai carabinieri di Vicenza, che hanno avviato un'indagine sull'accaduto.

"Innanzitutto desideriamo, io e la mia famiglia, ringraziare tutti per il grande affetto ricevuto. Davvero grazie," Baggio ha riferito all'agenzia Ansa tramite il suo manager, Vittorio Petrone. "In simili circostanze può accadere di tutto, e per fortuna la violenza subita ha generato solo alcuni punti di sutura alla mia persona, lividi e molto spavento. Ora rimane da superare la paura."

Le parole di solidarietà al calciatore

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha espresso  "vicinanza e solidarietà" a Biaggio e la sua famiglia secondo quanto riportato dall'Ansa.

"Sono certo di potergli inviare l'abbraccio di tutti i Veneti che ha fatto sognare con la sua abilità ineguagliabile sull'erba dei campi internazionali. Mi auguro che 'Divin Codino', campione simbolo del nostro calcio e della nostra regione, persona che sentiamo vicina e amica, possa rimettersi presto insieme ai suoi da questa brutta serata e dalle ferite per le quali è stato seguito e medicato dal personale delle strutture sanitarie di Arzignano della Ulss Berica, con cui mi sono tenuto in contatto. L'esperienza vissuta nella sua abitazione, colpito e derubato da parte di malviventi inqualificabili, accomuna la sua ad altre famiglie che hanno purtroppo subito esperienze simili e, come per tutti i casi confidiamo che i malviventi possano essere assicurati presto alla Giustizia," ha detto.

Il presidente del consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti  ha anche espresso sostegno per Biaggio. "Piena solidarietà e vicinanza a Roberto Baggio, alla sua famiglia e a tutte le vittime di una malavita a tal punto brutale e sicura di sé da agire senza scrupoli aggredendo le sue vittime persino nelle loro abitazioni con calcolata violenza," ha detto Ciambetti.

Intanto continua il sopralluogo nella villa da parte dei carabinieri che stanno conducendo le indagini sulla rapina, con i militari e lo stesso ex calciatore presenti nell'abitazione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cori razzisti, la Serbia minaccia di abbandonare gli Europei di calcio

Gli europei di calcio non faranno uscire l'economia tedesca da anni di stagnazione

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni