EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Esclusivo: Renew Europe non espelle gli olandesi del Vvd nonostante l'accordo con l'estrema destra

L'olandese Malik Azmani (VVD) e la presidente del gruppo Renew Europe Valérie Hayer
L'olandese Malik Azmani (VVD) e la presidente del gruppo Renew Europe Valérie Hayer Diritti d'autore Alexis Haoulot/EP
Diritti d'autore Alexis Haoulot/EP
Di Marta Iraola IribarrenPaula Soler
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

I liberali europei di Renew Europe non voteranno come previso l'espulsione dal gruppo degli olandesi del Vvd, che sono andati al governo nei Paesi Bassi con l'estrema destra. Lo ha appreso Euronews da due fonti coinvolte nelle discussioni

PUBBLICITÀ

Ogni eurodeputato conta, in un momento in cui i liberali di Renew Europe stanno lottando con il gruppo di destra dei Conservatori e Riformisti Europei (Ecr) per diventare la terza forza del Parlamento europeo nei prossimi cinque anni.

Per questo i liberali europei, che avevano programmato un incontro per espellere il Partito popolare per la Libertà e la Democrazia dei Paesi Bassi (Vvd) subito dopo le elezioni (il 10 giugno), hanno rinviato la decisione senza fissare una data.

Dopo la pesante perdita di 21 seggi subita nel voto europeo, è probabile che il gruppo invii una missione di osservatori nei Paesi Bassi, dove il Vvd partecipa a una coalizione di governo molto spostata a destra e guidata dal Partito per la Libertà (Pvv) di Geert Wilders.

La decisione ufficiale sui prossimi passi sarà presa durante il consiglio dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (Alde) che si terrà a Vilnius, in Lituania, questo fine settimana.

La mossa dell'Alde - una delle tre forze politiche che compongono il gruppo centrista Renew Europe insieme al francese Renaissance (Rinascita, il partito di Macron) e al Partito democrato europeo - è in contrasto però con l'impegno assunto dalla presidente del gruppo, Valérie Hayer, che in Francia ha dovuto assistere al trionfo elettorale del Rassemblement National di Marine Le Pen.

Renaissance è sceso a 13 eurodeputati dai 23 della legislatura appena terminata.

Durante la sua campagna elettorale, Hayer aveva firmato una dichiarazione in cui Renew Europe, i Socialisti e Democratici (S&D), i Verdi e La Sinistra hanno concordato di "non cooperare mai né formare una coalizione con l'estrema destra e i partiti radicali a qualsiasi livello".

A Hayer viene contestato che questo impegno fosse stato preso individualmente senza consultare il partito.

Come ha fatto Renew Europe ad arrivare a questo punto?

Lo scorso novembre, gli elettori olandesi hanno consegnato la vittoria al partito di estrema destra di Wilders, che ha ottenuto il 23,5 per cento dei voti alle elezioni generali nei Paesi Bassi.

Dopo mesi di negoziati infruttuosi, il Vvd olandese, il partito del primo ministro uscente Mark Rutte, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di coalizione a quattro con il Pvv e il Nuovo Contratto Sociale (Nsc) e il Movimento populista dei contadini-cittadini (Bbb).

Dopo l'annuncio, Hayer aveva dichiarato ai media francesi che il Vvd ha preso le distanze dai valori del gruppo e che Renew Europe avrebbe deciso il da farsi insieme.

Tuttavia, una mozione ufficiale per l'espulsione del partito olandese non è mai stata presentata all'Alde: il partito non prende "decisioni drastiche" a meno che non ci sia un crimine o un'indagine ufficiale, ha dichiarato una fonte del partito a Euronews.

Alle elezioni di giugno, il Pvv di Wilders ha ottenuto sette seggi al Parlamento europeo e si è unito al gruppo Identità e Democrazia (Id), che attualmente conta 58 eurodeputati ma è isolato dalla maggior parte delle altre forze in Parlamento per le posizioni di destra estrema.

I negoziati sulla composizione finale dei gruppi parlamentari sono ancora in corso, con una scadenza fissata al 4 luglio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La discesa politica dei liberali: perché "Renew Europe" potrebbe perdere molti eurodeputati

Paesi Bassi, cosa si aspetta la gente dalla destra di Geert Wilders

I partiti europei di estrema destra festeggiano la vittoria di Geert Wilders in Olanda