Propaganda russa, l'Ucraina non ha inviato armi ai miliaziani di Hamas

Miliziani di Hamas
Miliziani di Hamas Diritti d'autore HATEM MOUSSA/AP2007
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non esistono prove sull'invio di forniture di armi occidentali dall'Ucraina ai miliziani di Hamas.

PUBBLICITÀ

Alcuni funzionari e utenti dei social network russi sostengono che l**'Ucraina avrebbe inviato parte delle forniture di armamenti ricevuti dall'Occidente ai miliziani di Hamas**. Ma non esistono prove a riguardo e dopo una verifica dettagliata delle accuse, è possibile concludere che si tratta di una campagna di disinformazione 

Negli ultimi giorni sono stati numerosi i resoconti dei media russi che accusavano le autorità ucraine di fornire ai militanti di Hamas armi inviate dall’Occidente. Anche la deputata repubblicana statunitense Marjorie Taylor-Green, nota per aver diffuso teorie del complotto, ha fatto eco a questa accusa sulla piattaforma di social media X.

Loghi falsificati

Un video che è stato molto condiviso sui social network appare come un report della BBC in cui si affermava che la piattaforma investigativa Bellingcat avrebbe trovato prove di traffico di armi a Gaza. In realtà si tratta di un falso. Il video plagia il logo e le grafiche distintive della Bbc per ingannare gli utenti dei social media a far credere che si tratti di un servizio dell'emittente.

Bellingcat si è affrettata a negare di aver mai pubblicato simili aìinformazioni. Eliot Higgins, fondatore dell’organizzazione con sede ad Amsterdam, ha poi notato che le affermazioni sono state amplificate dagli utenti dei social media filo-russi.

“Il video è falso al 100 per cento. Né Bbc News né Bellingcat lo hanno prodotto”, ha scritto Shayan Sardarizadeh, giornalista di Bbc Verify, l’unità di controllo dei media dei media.

Disinformazione russa

La creazione di servizi falsi spaciciati come prodotti editoriali di testate autentiche è diventato uno stratagemma online comune per diffondere disinformazione.

Recentemente Euronews è stata anche bersaglio di una campagna di disinformazione pro Cremlino. Sosteneva l'esistenza di un nostro servizio in cui si vedevano rifugiati ucraini  aggredire un uomo in Germania dopo aver confuso la sua bandiera slovena per quella russa. Ma il video non esiste.

Le accuse secondo cui Kiev venderebbe armi inviate dall’Occidente sul mercato nero non sono una novità e devono ancora essere provate. Oggi non esiste assolutamente alcuna prova concreta che possa stabilire un legame tra l'arsenale militare di Hamas e l'Ucraina.

#ГУРінформує ‼️ Спецслужби росії проводять кампанію з дискредитації України на Близькому Сході ☝️ Держава-агресор...

Posted by Головне управління розвідки Міністерства оборони України on Monday, October 9, 2023

I funzionari ucraini hanno respinto le voci secondo cui le armi del paese sarebbero in qualche modo finite nelle mani dei combattenti di Hamas. L’agenzia di intelligence militare del paese, ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook ufficiale, in cui accusa Mosca di aver pianificato una campagna di disinformazione attorno a queste affermazioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La scienza dà ragione alla saggezza popolare: non coprirsi quando fa freddo fa ammalare di più

Macron cancella la sua visita a Kiev: le voci sul presunto attentato al presidente francese

Striscia di Gaza, i dubbi online sulla liberazione di lunedì dei due ostaggi israeliani