I parenti degli ostaggi di Hamas invocano l'aiuto dell'Europa

A Bruxelles si tiene una manifestazione per chiedere la liberazione degli ostaggi israeliani a Gaza
A Bruxelles si tiene una manifestazione per chiedere la liberazione degli ostaggi israeliani a Gaza Diritti d'autore Euronews 2023
Di Mared Gwyn Jones
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Alcuni parenti dei cittadini israeliani rapiti da Hamas a Gaza si sono riuniti in una manifestazione al Parlamento europeo di Bruxelles, chiedendo ai leader dell'Ue di usare il loro potere politico per garantire il rilascio dei propri cari

PUBBLICITÀ

"Le parole non bastano a descrivere questa sensazione che non auguro a nessuno di provare", ha dichiarato a Euronews una di loro, Shira Hevron. "penso alla mia famiglia che vede bruciare le proprie case, che si nasconde terrorizzata". 

Storie di terrore

La studentessa 27enne si trovava in vacanza a Londra quando il gruppo terroristico Hamas ha lanciato il suo attacco coordinato contro Israele, uccidendo oltre mille persone e rapendone 150. Si ritiene che tra gli ostaggi ci siano undici membri della sua famiglia, tra cui i cugini Naveh, di otto anni, e Yahel, di soli tre anni.

Shira ora vive a Tel Aviv, ma ha trascorso la sua infanzia a Be'eri, un kibbutz nel sud di Israele costruito da suo nonno, sopravvissuto alla Shoah. Be'eri si trova a soli cinque chilometri dal confine con Gaza ed è stato uno dei primi luoghi presi di mira da Hamas nell'attacco. Sul posto, sono stati trovati più di 100 cadaveri.

Inizialmente Shira è riuscita a scambiare messaggi con la sua famiglia, che si era nascosta in un rifugio mentre i miliziani facevano irruzione nel kibbutz, ma poi i contatti si sono persi. Il telefono di suo zio è stato poi localizzato nella Striscia di Gaza.

Shira Hevron, 23 anni
Shira Hevron, 23 anniEuronews 2023

Alla manifestazione era presente anche Jonathan Guttman, 31 anni, laureato in medicina e residente a Praga. Suo cugino Evyatar, 23 anni, stava celebrando la festa ebraica di Sukkot al festival nel sud di Israele attaccato dai miliziani di Hamas.

La sua famiglia ritiene che Evyatar sia tra gli ostaggi, dopo i video che lo mostrano prigioniero dei miliziani di Hamas, che lo hanno condotto nella Striscia di Gaza. Anche le Forze di Difesa israeliane hanno dichiarato di ritenere che Evyatar sia stato rapito.

Jonathan Guttman, 31 anni
Jonathan Guttman, 31 anniEuronews 2023

Sia Shira che Jonathan hanno chiesto ai leader dell'Ue di usare il loro potere politico per assicurare il ritorno a casa dei propri cari.

"Fate tutto ciò che è in vostro potere per far uscire queste persone. Sapete che è la cosa giusta, una cosa umana da fare. Questi sono i valori dell'Unione europea: uguaglianza, diritti umani", le parole di Jonathan Guttman.

Una "responsabilità" dell'UE

Dan Sobovitz, uno degli organizzatori della manifestazione e membro del Consiglio di amministrazione del Centro della comunità ebraica laica con sede a Bruxelles, ha dichiarato a Euronews che i parenti hanno avuto un incontro con i leader dell'Ue, compreso il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

"Questa non è solo una responsabilità del governo israeliano, ma anche dei governi dell'Unione europea, perché tra gli ostaggi ci sono cittadini europei, perché si tratta di una crisi umanitaria e perché qualsiasi persona civile dovrebbe essere inorridita dall'idea di un bambino tenuto in ostaggio dai terroristi".

Cinque giorni dopo l'assalto di Hamas, la sorte degli ostaggi rimane poco chiara, e localizzarli e raggiungerli a Gaza si sta rivelando difficile. Il ministro delle Finanze israeliano Bezalel Smotrich ha invitato l'esercito israeliano a "colpire brutalmente Hamas e a non prendere in considerazione la questione dei prigionieri", suscitando la condanna di molti connazionali preoccupati per i familiari rapiti.

L'ambasciatore israeliano presso l'Ue ha dichiarato a Euronews che Hamas sta usando ostaggi e civili palestinesi innocenti come "scudo umano" a Gaza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Hamas libera due ostaggi americano-israeliani: Judith e Natalie Raanan

Guerra Israele-Hamas, la comunità internazionale condanna il massacro di civili

Le richieste degli agricoltori: "Bisogna superare il pregiudizio nei confronti dell'Ucraina"