EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Colombia e Unione europea unite contro il narcotraffico

Secondo gli ultimi dati, 137 persone sono morte in Europa per l'utilizzo del fentanyl
Secondo gli ultimi dati, 137 persone sono morte in Europa per l'utilizzo del fentanyl Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
Di Christopher Pitchers
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Colombia e Unione europea hanno annunciato maggiore cooperazione contro il narcotraffico, in una visita a Bruxelles del ministro della Difesa colombiano Iván Velásquez Gómez

PUBBLICITÀ

Noi stiamo facendo la nostra parte, ora voi fate la vostra. Questo il messaggio del ministro della Difesa colombiano all'Unione Europea sulla lotta al narcotraffico.

"Vorremmo che i Paesi consumatori controllassero e riducessero la domanda di cocaina"
Iván Velásquez Gómez
Ministro della Difesa della Colombia

Cooperazione transatlantica

Iván Velásquez Gómez si è recato a Bruxelles per discutere con la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, di come intensificare la cooperazione contro la criminalità organizzata. L'Europa, dice il ministro, deve deve fare di più per ridurre la domanda di cocaina.

"Stiamo lavorando per evitare che la cocaina arrivi qui nel vostro continente, ma allo stesso tempo vorremmo che i Paesi consumatori cerchino di controllare e ridurre la domanda, visto che noi stiamo cercando di controllare l'offerta".

Una delle principali preoccupazioni dei governi europei è l'aumento della violenza legata al traffico di droga.

Nell'ultimo anno si sono verificati diversi casi in questo senso, tra cui la morte di una bambina di 11 anni in una sparatoria ad Anversa. Unione europea e Colombia si sono impegnate a condividere ancora di più le informazioni, nell'ambito di uno sforzo globale per combattere la criminalità organizzata.

Fentanyl: la nuova minaccia per l'Europa

Ma mentre la violenza legata ai reati di droga aumenta, in Europa sta emergendo una nuova minaccia: il fentanyl: un oppioide sintetico utilizzato in piccolissime dosi come antidolorifico nei casi di patologie avanzate, ma che sul mercato illegale diventa uno stupefacente dagli effetti persino più dannosi dell'eroina

Come spiega la commissaria Johansson, l'Unione si sta già preparando ad affrontarne la diffusione.

"Gli Stati membri hanno bisogno di aggiornamenti e informazioni in tempo reale sull'evoluzione della situazione per essere in grado di affrontare questo fenomeno e fare prevenzione. Questo è il compito che ci siamo prefissati con il nuovo mandato dell'Osservatorio europeo delle droghe, per il quale abbiamo anche raddoppiato le risorse".

Secondo gli ultimi dati, risalenti al 2021, nell'Unione si registrano 137 decessi legati all'uso di fentanyl, ma la Commissione si aspetta un incremento delle vittime nei prossimi anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito: cos'è la droga nota come "polvere di scimmia" e quale impatto ha sulla salute?

"La droga è dappertutto": l'allarme dell'Osservatorio europeo

In che modo l'Europa ha aiutato la Siria a trafficare droga meglio dei cartelli messicani?