EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Scandalo di corruzione, anche Tarabella potrà uscire dal carcere

Nello scandalo di corruzione sono coinvolte diverse persone legate a vario titolo all'assemblea comunitaria
Nello scandalo di corruzione sono coinvolte diverse persone legate a vario titolo all'assemblea comunitaria Diritti d'autore Jean-Francois Badias/AP
Diritti d'autore Jean-Francois Badias/AP
Di Vincenzo Genovese
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per l'eurodeputato belga deciso il regime di sorveglianza con braccialetto elettronico, così come previsto per Pier Antonio Panzeri e Francesco Giorgi. Al momento resta in carcere soltanto l'ex vicepresidente dell'Eurocamera Eva Kaili

PUBBLICITÀ

La giustizia belga ha deciso di rimettere in libertà un altro degli indagati nel caso di corruzione che ha colpito il Parlamento europeo

Si tratta di Marc Tarabella, eurodeputato belga, che potrà quindi uscire di prigione e tornare a casa sua, sotto sorveglianza elettronica.

La notizia arriva dal suo avvocato, che ha ricordato come Tarabella si sia "sempre dichiarato innocente ed estraneo ai fatti".

La scorsa settimana era stato liberato anche Pier Antonio Panzeri, l'ex europarlamentare considerato al centro della rete corruttiva, che aveva firmato un accordo di pentimento con la giustizia belga.

Da quando lo scandalo è scoppiato lo scorso dicembre, rimane dunque in carcere soltanto l'ex vicepresidente del Parlamento europeo, Eva Kaili. Anche il suo compagno, Francesco Giorgi, è in stato di libertà vigilata.

Nel frattempo, è stata nuovamente rinviata, al due maggio, la decisione sull'estradizione di un altro degli indagati, l'eurodeputato del Partito democratico Andrea Cozzolino, che si trova attualmente agli arresti domiciliari in Italia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le lacrime di Tarabella: "Io tradito da Panzeri"

Parlamento europeo, i personaggi dello scandalo

Parlamento europeo: nuove regole anti-corruzione in vista