EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La sfida della robotica spicca il volo dalle scuole di Austria e Slovacchia

In collaborazione con The European Commission
La sfida della robotica spicca il volo dalle scuole di Austria e Slovacchia
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Aurora Velez
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Studenti austriaci e slovacchi si cimentano nella robotica. Una porta spalancata sul futuro grazie ai finanziamenti dell'Unione Europea che finanzia il progetto RoboCoop

Più di cento studenti provenienti da Slovacchia e Austria si sono riuniti  per affrontare le sfide della robotica. Programmando e costruendo droni e robot, hanno imparato: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica, le cosiddette materie STEM divertendosi  grazie a RoboCoop, un progetto europeo transfrontaliero.

Il team austriaco di Konstantin ha lavorato in particolare su un prototipo in grado di afferrare, spazzare e posizionare oggetti aggiudicandosi uno dei numerosi premi ECER 2022. 

"Funziona come una mano,  e abbiamo imparato molte cose in termini di programmazione e di utilizzo della meccanica" spiegano con orgoglio  i vincitori del premio mostrando un braccio meccanico che  non ha bisogno di ingranaggi per muoversi. 

I fondi europei

RoboCoop ha un budget totale per Slovacchia e Austria di oltre un milione di euro, di cui l'85% (913.356,35 euro) proviene dalla politica di coesione dell'UE.

Al progetto hanno aderito oltre 3.000 alunni e insegnanti che hanno partecipato ai laboratori, ai seminari e ai concorsi .

Molti giovani studenti sono arrivati da Vienna. Hanno tra i 10 e i 14 anni e per alcuni di loro si tratta del   primo viaggio all'estero. Dopo aver osservato gli studenti più grandi, hanno partecipato a un laboratorio di programmazione con i loro insegnanti imparando la robotica come attività extracurricolare per due ore alla settimana. Un progetto che va incoraggiato come spiega Maximilian Woss, uno dei loro insegnanti: 

"Penso che dovremmo includere il coding nel nostro curriculum nazionale in tutti i tipi di scuole, per far appassionare i ragazzi. È importante che trovino un lavoro e che sappiano fare queste cose."

Una grande esperienza e un arrivederci con nuove invenzioni

Sono state 48 ore di grandi emozioni per i ragazzi che si sono appassionato alle  lezioni sulla cybersecurity e la protezione dei dati ,  inserite nel programma RoboCoop. Tra  costruzione meccanica, programmazione, documentazione, stesura di un documento per la conferenza finale i ragazzi si sono cimentati con tante nuove competenze che potranno aprire altrettante porte ai loro futuri percorsi professionali .

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Armi all'Ucraina: secondo i social media, la Slovacchia ha dichiarato guerra alla Russia...