Londra, il principe Harry vince la causa contro il Daily Mirror: 165mila euro di risarcimento

Il principe Harry
Il principe Harry Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Greta Ruffino
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Alta Corte di Londra ha stabilito che il tabloid ha usato mezzi illeciti in almeno 15 dei 33 articoli oggetto del processo, arrivando anche a hackerare il telefono del secondogenito di re Carlo III

PUBBLICITÀ

Il Principe Harry venerdì ha vinto la causa contro il Daily Mirror per aver hackerato il suo cellulare. Harry riceverà un risarcimento di circa 165mila euro per 15 dei 33 articoli di giornale oggetto del processo.

Il giudice dell**'Alta Corte di Londra** ha stabilito che questo tipo di pratica è "diffusa e abituale" nel Mirror Group Newspapers da molti anni. Gli investigatori privati "erano parte integrante del sistema" di raccolta illegale di informazioni. Il giudice ha affermato che i dirigenti del giornale erano a conoscenza di questa pratica e l'hanno coperta.

Il giudice Timothy Fancourt ha concluso che 15 storie erano il risultato di atti illegali e che il telefono di Harry "è stato violato solo in misura modesta". Nella sentenza, Fancourt ha affermato che c'erano "prove convincenti che gli editori di ciascun giornale sapevano molto bene che l'hacking telefonico veniva utilizzato ampiamente e abitualmente e che erano felici di trarne vantaggio.

"Oggi è un grande giorno per la verità e per la responsabilità" Lo ha detto Harry, che non era presente alla corte, in una dichiarazione letta dal suo avvocato David Sherborne.

Questa è la prima delle numerose cause che il figlio minore di re Carlo III ha avviato contro i tabloid britannici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Intercettazioni, il Mirror si scusa "senza riserve" con il principe Harry

Perché il principe Harry ed Elton John sono stati in tribunale?

Harry, il principe degli scandali. L'autobiografia delle rivelazioni