EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Artista danese Jens Haaning condannato a restituire 67.000 euro al museo

Quando Haaning ha rifiutato di restituire il denaro, il museo ha intrapreso un'azione legale.
Quando Haaning ha rifiutato di restituire il denaro, il museo ha intrapreso un'azione legale. Diritti d'autore Henning Bagger/AFP
Diritti d'autore Henning Bagger/AFP
Di Savin Mattozzi
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Il 58enne Jens Haaning è stato condannato da un tribunale danese a rimborsare il Kunsten Museum dopo avergli consegnato delle tele vuote nel 2021

PUBBLICITÀ

Haaning, noto per le sue opere d'arte che prendono di mira la disuguaglianza di reddito, la migrazione e le condizioni di lavoro, è stato ingaggiato dal Kunsten Museum per ricreare una delle sue opere più famose del 2007.
L'opera che il museo si aspettava doveva essere una tela rivestita di banconote in corone per rappresentare i diversi redditi delle famiglie danesi.

Quando il museo ha ricevuto l'opera nel 2021, ha avuto la sorpresa di trovare due grandi tele vuote, intitolate "Prendi i soldi e scappa".

Il Kunsten Museum ha poi esposto le tele vuote, ma ha chiesto ad Haaning di restituire il denaro perché aveva violato il contratto.

Al suo rifiuto, il museo lo ha portato in tribunale. La sentenza è stata emessa e ora Haaning deve restituire al museo i 67.000 euro della sovvenzione. Tuttavia, potrà trattenere il compenso dei lavoratori, che ammonta a circa 3.500 euro.

In un'intervista rilasciata a una stazione radiofonica danese, Haaning ha dichiarato che la sua era una dichiarazione sulle attuali condizioni di lavoro e ritiene che i lavoratori dovrebbero compiere gesti simili, se la loro situazione è terribile come la sua.

"Se stanno svolgendo un lavoro di merda e non vengono pagati, e in realtà viene chiesto loro di pagare dei soldi per andare a lavorare, allora prendete quello che potete e battetevi".

Gli episodi precedenti

La trovata di Haaning si ricollega a una lunga lista di artisti che hanno messo in evidenza l'ipocrisia e l'elitarismo fin troppo presenti del mondo dell'arte.

Uno dei casi più memorabili di questo tipo di riflessione è stato nel 2018, quando la "Ragazza con palloncino" di Banksy è stata messa in vendita da Sotheby's per 1,28 milioni di euro.

Dopo la vendita, l'opera è scivolata lentamente dalla cornice ed è stata ridotta in strisce da un dispositivo installato nella cornice stessa da Banksy.

Nonostante l'opera d'arte sia stata "rovinata", è stata venduta per al prezzo richiesto in origine.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lutto nel mondo dell’arte: è morto il celebre artista colombiano Fernando Botero

Il museo Reina Sofia revoca il divieto di fotografare il dipinto Guernica di Picasso

Il miglior museo d'Europa? L'ETNO di Valencia