EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Natale frugale: in Belgio l'inflazione mette a rischio il menu delle feste

In Belgio l'inflazione si è attestata a novembre oltre il 10%
In Belgio l'inflazione si è attestata a novembre oltre il 10% Diritti d'autore Michael Probst/AP
Diritti d'autore Michael Probst/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I prezzi dei generi alimentari sono aumentati in media del 14%, ma alcuni prodotti tipici natalizi anche di più. Le telecamere di Euronews al mercato di Saint-Gilles

PUBBLICITÀ

Quest'anno i belgi penseranno al menu di Natale con una preoccupazione in più: l'aumento dell'inflazione oltre il 10% rende molto difficile fare la spesa e anche gli acquisti natalizi sembrano risentirne. Nei mercati locali, i commercianti lamentano un calo nelle vendite.

Natale carissimo

“Penso che le persone si stiano rendendo conto che c'è una crisi in corso e controllano maggiormente le loro spese. Quindi, come prima cosa riducono le quantità... se prima compravano ad esempio 500 grammi, ora molto meno”, dice a Euronews Yassim, venditore di frutta secca a Saint-Gilles, nella regione di Bruxelles.

A novembre 2022 i prezzi dei prodotti alimentari in Belgio sono aumentati del 14% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Ma per alcuni alimenti tradizionali del periodo natalizio i rincari sono anche maggiori: i frutti di mare costano oggi 16% in più, il pollame il 21%, secondo l'ufficio di statistica nazionale.

“Faremo come facciamo ogni Natale, non ci sarà nessuna differenza. Ok, forse sui prodotti bio si... ci penseremo due volte prima di comprarli”, dice un cliente del mercato. “L'aumento dei prezzi non si percepisce sul singolo prodotto, ma sul totale della spesa... un po' più caro questo, un po' più caro quell'altro...e quando vedi il conto, te ne accorgi.

Secondo il sondaggio di una grande catena di supermercati, quest'anno il 75% dei belgi festeggerà un Natale più modesto, prestando maggiore attenzione a quei prodotti il cui costo è aumentato.

"Di solito cerchiamo di acquistare prodotti locali e bio, e abbiamo notato che questi sono aumentati molto, rispetto al periodo precedente al Covid19", afferma una donna. “Direi che sono aumentati tutti i prodotti pregiati: pesce, carne, ma anche la verdura fresca e la frutta esotica costano di piu, o il formaggio che è più caro di prima

Alimenti di uso quotidiano, come pane, farine e latticini rientrano nella lista dei maggiori rincari. In vista di un Natale dispendioso, i belgi dovranno fare qualche sacrificio, ma difficilmente rinunceranno al loro dolce tipico: la Bûche de Noël, il tronchetto natalizio al cioccolato che rappresenta il dessert più comune delle feste.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cos'è la "sgrammatura", la risposta dei supermercati olandesi all'inflazione

Tutti i colori "artistici" del tetto della stazione di Liegi

La chiesa di Babbo Natale