EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Commissione UE: bene i dati sulla crescita economica, ma si approfitti per fare riforme anti-crisi

Commissione UE: bene i dati sulla crescita economica, ma si approfitti per fare riforme anti-crisi
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le previsioni di primavera sulla crescita economica si confermano positive, scende ancora la disoccupazione. Ma l'Italia resta ancora indietro

PUBBLICITÀ

La Commissione europea conferma le previsioni di crescita economica formulate quest'inverno, con buone prospettive per i 28 Paesi, che vengono tuttavia invitati a non sedersi sugli allori. Il commissario agli affari economici Pierre Moscovici ha infatti sottolineato l'importanza di approfittare del momento favorevole per dare il via a riforme che possano dare maggiore solidità all'eurozona, per fronteggiare crisi future.

Moscovici ha inoltre ricordato il record decennale di crescita del 2017, che ha segnato il +2,4%. Per il 2018 la previsione è del +2,3%. Maglia nera per l'Italia che si ferma al +1,5%.

No comment da parte di Moscovici sull'impasse per la formazione del governo, ma l'incertezza politica "potrebbe rendere i mercati più volatili", ha sottolineato.

Continua a scendere il dato europeo della disoccupazione, che torna a livelli pre-crisi, 7,1% per l'Unione, 8,4% per eurolandia. Anche qui, nostante il trend positivo dell'aumento di occupati dal 2015, l'Italia con l'11% si colloca al terzo posto dopo Grecia e Spagna.

Su questo tema spicca il divario nella zona UE, tra la Republica Ceca che registra il 2,2% di disoccupazione, e la Grecia al 20,6%.

Pesano incognite sul futuro dell'economia europea, a partire dalle possibili conseguenze di una guerra commerciale con gli Stati Uniti, ha sottolineato Moscovici. Per il momento Donald Trump ha esentato l'Europa dai dazi su acciaio e alluminio per un altro mese.

Nel 2018 l'inflazione nell'Unione sarà dell'1,7%, dell'1,5% nell'eurozona come nel 2017.

Uno sguardo infine alle previsioni per il 2019: la crescita sarà del 2%, la disoccupazione del 6,7%  e l'inflazione dell'1,8%.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Dieci anni fa cominciava la peggior crisi economica del dopoguerra

La Bce lascia invariati i tassi di interesse: il controllo dell'inflazione resta fondamentale

Il sentimento economico per la Germania scende più del previsto: ripresa a rischio?