EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Messico, Claudia Sheinbaum vince le elezioni: è la prima donna a diventare presidente del Paese

Claudia Sheinbaum è la prima presidente del Messico
Claudia Sheinbaum è la prima presidente del Messico Diritti d'autore Marco Ugarte/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Marco Ugarte/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tra i fondatori del Movimento di rigenerazione nazionale e dopo cinque anni alla guida del governo di Città del Messico, Sheinbaum prenderà il posto del suo mentore politico López Obrador alla presidenza del Paese

PUBBLICITÀ

La candidata della piattaforma progressista Continuiamo a fare la storia (Morena, Pvem e Pt), Claudia Sheinbaum, ha vinto le elezioni in Messico e sarà la prima presidente del Paese.

Questo quanto emerge dal conteggio rapido pubblicato dall'Istituto nazionale elettorale che mostra un dato compreso tra il 58,3% e il 60,7% dei voti. Si tratta di una procedura statistica ufficiale progettata con lo scopo di stimare l'andamento dei risultati finali delle votazioni e la percentuale di partecipazione dei cittadini. Il risultato del conteggio rapido dovrà essere confermato dallo spoglio delle schede, che dovrebbe essere ultimato nella tarda giornata di lunedì.

Al secondo posto la candidata della coalizione Fuerza y Corazon por Mexico, Xochitl Galvez Ruiz (26.6 - 28.6 per cento), mentre al terzo il candidato del Movimento Cittadino (MC) dell'opposizione, Jorge lvarez Maynez si attesta tra il 9.9 e il 10.8 per cento.

Anche se i risultati non sono ancora definitivi, è cominciato il raduno dei sostenitori di Sheinbaum di fronte alla spianato dello Zocalo, la principale piazza della capitale messicana.

Chi è la nuova presidente del Messico Claudia Sheinbaum

Gli analisti politici consultati da Euronews la descrivono come una donna di grande preparazione che ha fatto suo il discorso populista di Morena per convincere l'elettorato.

“Se andate sui suoi social network, vedrete che carica foto abbracciando le persone, lo ha fatto durante la campagna elettorale per mostrarsi come la ‘candidata del popolo cercando di vendere quel discorso un po' populista”, spiega l'analista politico Jordi Sarrión.

Gli esperti di comunicazione politica sono colpiti dagli sforzi di Morena di “umanizzare” un profilo “così tecnico” come quello di Claudia Sheinbaum, senza aver basato la propria campagna sulla preparazione e sulla storia del candidato. Non c'è dubbio che la strategia abbia funzionato.

Claudia Sheinbaum è una delle fondatrici di Morena, il partito del presidente uscente Andrés Manuel López Obrador. Nel 2015 è diventata capo del governo di Città del Messico con il 48% dei voti.

Le elezioni più grandi del Messico

La sfida principale determinerà il successore d Lopez Obrador, che spera nella vittoria di Sheinbaum. Dei 170.182 seggi elettorali approvati, l'Ine ha segnalato l'insediamento di 169.884, pari al 99,98 per cento, con la partecipazione di quasi 1,5 milioni di cittadini funzionari.

Il Messico ha ospitato le elezioni più grandi della sua storia con oltre 98 milioni di persone chiamate a rinnovare più di 20mila incarichi, tra cui la presidenza, 500 deputati, 128 senatori e nove governi statali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Messico,via alle elezioni più grandi nella storia del Paese: candidato ucciso a poche ore dal voto

Messico, ecco il "flashmob del sonno" a Città del Messico

Messico: migliaia di migranti verso gli Stati Uniti, domani Blinken a Città del Messico