EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Attentato a Robert Fico: premier slovacco in condizioni "gravi ma stabili"

esterno del Banska Bystrica
esterno del Banska Bystrica Diritti d'autore AP Photo/Denes Erdos
Diritti d'autore AP Photo/Denes Erdos
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono stabili ma gravi le condizioni del primo ministro slovacco Robert Fico, colpito da tre colpi di arma da fuoco a Handlova. Aggressore accusato di omicidio premeditato

PUBBLICITÀ

Il primo ministro slovacco Robert Fico è stato sottoposto a un intervento chirurgico di cinque ore mercoledì dopo essere stato ferito da colpi di arma da fuoco a Handlova, a circa 150 chilometri a nord-est della capitale Bratislava. 

"Il paziente aveva ferite multiple da arma da fuoco. Le sue condizioni sono stabilizzate, ma molto gravi", ha detto giovedì mattina la direttrice dell'ospedale di Banská Bystrica, Miriam Lapuniková, dove Fico è ricoverato. "Durante la notte i medici sono riusciti a stabilizzare le condizioni del premier", ha detto poi il ministro della Difesa slovacco, Robert Kaliňák davanti all'ospedale. Fico è ora ricoverato nel reparto di rianimazione.

Durante una conferenza stampa il presidente eletto della Slovacchia, Peter Pellegrini, ha invitato i partiti a sospendere la campagna elettorale per le elezioni europee in programma l'8 giugno.

Attentato a Robert Fico: cosa sappiamo

Il ministro dell'Interno slovacco, Matúš Šutaj-Eštok, ha dichiarato che l'autore dell'attacco ha sparato cinque volte a Robert Fico.

Šutaj-Eštok ha aggiunto che le prime informazioni "indicano chiaramente una motivazione politica" dopo le elezioni presidenziali in Slovacchia.

Nelle immagini girate vicino Bratislava si vede il primo ministro Fico, 59 anni, scendere da una macchina e poi caricato sull'auto dalle sue guardie del corpo dopo essere stato raggiunto da colpi di arma da fuoco. Oltre le transenne, il placcaggio dell'uomo che avrebbe sparato al premier slovacco. Nelle ultime immagini l’autovettura sfreccia verso l'ospedale: il premier è stato portato in elicottero al F. D. Roosevelt University Hospital di Banská Bystrica. 

Chi è l'attentatore di Fico: "Ho sparato perché disapprovo le sue politiche"

Un sospetto è stato arrestato dalla polizia slovacca: si tratta di Juraj Cintula, un uomo di 71 anni di Levice. Il ministro degli Interni slovacco ha dichiarato che l'aggressore è un “lupo solitario".

"L'ho fatto perché sono in disaccordo con le politiche del governo": sarebbero queste le prime parole dell'uomo che ha sparato al premier slovacco Robert Fico, durante l'interrogatorio con la polizia secondo alcuni media locali.

Secondo l'emittente televisiva TA3, alcuni testimoni raccontano di aver sentito gridare dalla folla "Robo vieni qui!", poco prima degli spari.

L'uomo, che aveva un regolare porto d'armi da trent'anni, avrebbe detto alla polizia che non voleva uccidere Fico. L'accusa nei suoi confronti è di omicidio premeditato e rischia l'ergastolo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Robert Fico, gli slovacchi si radunano fuori dall'ospedale in veglia al primo ministro

Slovacchia: Fico è in condizioni stabili, a preoccupare è la polarizzazione politica del Paese

Ucraina, raccolti 4 milioni di euro in Slovacchia per inviare munizioni a Kiev