EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Attacchi degli Houthi alle navi cargo, sospesi i viaggi nel Mar Rosso

nave cargo nel Mar Rosso
nave cargo nel Mar Rosso Diritti d'autore CHRISTOPHE SIMON / AFP
Diritti d'autore CHRISTOPHE SIMON / AFP
Di Greta Ruffino
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Proseguono gli attacchi con droni e missili da parte dei ribelli Houthi dallo Yemen contro le navi cargo. Le compagnie di navigazione annunciano la sospensione dei passaggi nel Mar Rosso. Gli Stati Uniti pronti a un piano per contrastarli

PUBBLICITÀ

Le compagnie di navigazione hanno dichiarato che eviteranno lo stretto di Bab-el-Mandeb "fino a nuovo avviso", nel tentativo di schivare i crescenti attacchi dei ribelli Houthi dallo Yemen.

Le misure sono state prese da due compagnie di navigazione: la francese CMA CGM e l'italo-svizzera MSC. La Maersk e Hapag-Lloyd avevano già dichiarato la loro intenzione di evitare l'area. Lo stretto di Bab-el-Mandeb si trova tra Yemen, nella penisola araba, Gibuti ed Eritrea, nel Corno d'Africa. Collega il Mar Rosso al Golfo di Aden.

Aumentano gli attacchi con missili e droni degli Houthi

Negli ultimi giorni, navi da guerra francesi, britanniche e statunitensi hanno riferito di aver intercettato un numero crescente di attacchi da parte dei ribelli Houthi nello Yemen. Le marine occidentali hanno anche abbattuto droni e missili lanciati dagli Houthi yemeniti verso Israele. Sabato, le autorità statunitensi e britanniche hanno dichiarato che le loro navi da guerra avevano abbattuto 15 droni d'attacco sul Mar Rosso inviati da "aree dello Yemen controllate dagli Houthi".

Perché gli Houthi attaccano le navi collegate a Israele

Gli Houthi hanno avvertito che prenderanno di mira le navi che navigano al largo delle coste dello Yemen e che hanno collegamenti con Israele, in risposta alla guerra tra Israele e il movimento islamista palestinese Hamas nella Striscia di Gaza.

Gli attacchi con droni e razzi degli Houthi sono iniziati a ottobre, in concomitanza con l'inizio della guerra a Gaza. A distanza di due mesi, le preoccupazioni per la sicurezza della navigazione nel Mar Rosso sono aumentate in modo significativo.

Il movimento politico-militare Houthi controlla gran parte dello Yemen. Appartiene, come il palestinese Hamas e il libanese Hezbollah, a quello che chiamano "l'asse della resistenza" contro Israele, sostenuto dall'Iran. Il gruppo sostiene movimenti esterni contro Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita.

Il piano degli Usa contro gli Houthi

Secondo i media statunitensi, la prossima settimana, durante il suo viaggio in Medio Oriente, il Segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin dovrebbe annunciare un'iniziativa di protezione delle navi dagli attacchi degli Houthi, intitolata "Operation Prosperity Guardian". I funzionari statunitensi sottolineano che l'Iran, che sostiene gli Houthi, "ha la responsabilità di prendere provvedimenti per far cessare questi attacchi".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'esercito statunitense ha abbattuto dodici droni e cinque missili Houthi nel mar Rosso

Elezioni presidenziali Usa: Biden conferma di essere in corsa, "sono vecchio ma lucido"

Trump alla convention repubblicana a Milwaukee con l'orecchio fasciato: ufficiale la sua candidatura