EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Locatelli, Progetto vita mette al centro la persona disabile

"Lavorare sull'accessibilità universale"
"Lavorare sull'accessibilità universale"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AOSTA, 24 OTT - "L'obiettivo del nuovo 'Progetto vita' è di mettere al centro la persona disabile con tutte le sue necessità. Sarà questo lo strumento che ci permetterà un cambiamento: non saranno più le persone a rincorrere i servizi e le istituzioni, ma saranno le istituzioni a radunarsi intorno alla persona". Lo ha detto ad Aosta la ministra per le Disabilità, Alessandra Locatelli, al termine dell'incontro con le associazioni di volontariato. Ha poi aggiunto: "Bisogna lavorare insieme, istituzioni, terzo settore e privato su principi condivisi come il tema dell'accessibilità universale che non è solo eliminare le barriere architettoniche ma è anche l'accessibilità alla cultura, al turismo, all'informazione, ai trasporti oggi pilastri fondamentali per stare al passo perché il mondo è cambiato e le persone con disabilità hanno diritto di vivere una vita piena. Noi dobbiamo fare in modo che questo avvenga partire da salute, istruzione, ma anche tempo libero, sociale e ricreativo". Secondo Locatelli "l'Italia non è seconda a nessuno dal punto di vista delle norme che riguardano la disabilità, ci dobbiamo migliorare per fare di più e stare al passo con i tempi. Ma il nostro è l'unico paese che ha una legge su inclusione lavorativa, uno dei pochi su inclusione scolastica e sono principi importanti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 18 giugno - Mattino

Il segretario della Nato Stoltenberg incontra Biden alla Casa Bianca, colloquio su Ucraina e Difesa

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare