EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Corteo pro Palestina a Napoli, 'impedito di andare in centro'

Manifestanti: "E' grave, rivendichiamo la nostra libertà"
Manifestanti: "E' grave, rivendichiamo la nostra libertà"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 13 OTT - "C'è un Paese occupante che è Israele e un popolo occupato, che è il popolo palestinese. Deve ssere chiaro a tutti". Lo ha detto Matteo Giardiello, di Pap, nel corso del corteo a sostegno della Palestina a Napoli, aggiungendo che "la Questura ci ha impedito di fare un percorso nel centro storico, questa è una cosa molto grave, ci dev'essere libertà di manifestazione per tutte le idee". "Noi crediamo - ha proseguito - che sia grave ancora di più per il clima che si respira in tutta Europa: abbiamo visto cosa hanno dichiarato Macron, Meloni, quello che è successo in altre città d'Italia. Noi vogliamo il diritto di dire in maniera chiara che la situazione di violenza che è presente in Palestina è causa di anni e anni di occupazione, di sabotaggi e di apartheid portata avanti dallo Stato di Israele. Quello che sta avvenendo a Gaza è un vero e proprio genocidio e noi siamo qui per dire 'restiamo umani'". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 18 giugno - Mattino

Il segretario della Nato Stoltenberg incontra Biden alla Casa Bianca, colloquio su Ucraina e Difesa

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare